Tamberi torna saltare il 31 a Rovereto dopo l'oro vinto alle Olimpiadi di Tokyo

Martedì 17 Agosto 2021
Gianmarco Tamberi a Tokyo durante le Olimpiadi

ANCONA - Gianmarco Tamberi sarà in gara a Rovereto in una delle prime uscite da campione olimpico del salto in alto. L’azzurro medaglia d’oro ai Giochi di Tokyo con la misura di 2,37 sarà il protagonista assoluto del Palio della Quercia, in programma nella serata di martedì 31 agosto. In attesa di definire il piano completo dei meeting ai quali sarà presente il portacolori delle Fiamme Oro in questo finale di stagione, è già sicuro che Gimbo prenderà parte alla 57esima edizione dell’evento trentino, tra i principali appuntamenti italiani, sulla pedana che prima di lui ha ospitato tanti campioni della specialità a partire dal primatista del mondo Sotomayor.

 

Tamberi chiuderà a Rovereto un mese d’agosto che resterà per sempre nei propri ricordi, e in quelli di tutti gli appassionati: il mese in cui il 29enne anconetano ha realizzato il sogno di una vita, vincere il titolo olimpico, risorgendo dopo cinque anni dall’infortunio di Montecarlo. Nella serata del 1° agosto ha scritto una pagina epocale dell’atletica e dello sport, non soltanto italiano, ma mondiale, considerato il significato altamente simbolico della medaglia d’oro condivisa con l’amico Mutaz Barshim, essenza stessa dello spirito e dei valori olimpici. A Rovereto, nello stadio Quercia che quest’anno ha ospitato gli Assoluti nel mese di giugno, e che lavora per un cast ricco di stelle, la presenza di Tamberi mette a rischio il primato del meeting nel salto in alto, i 2,35 saltati in due diverse occasioni, a distanza di anni, prima dal bahamense Troy Kemp nel 1991, poi dal russo Vyacheslav Voronin nel 1999. Gli organizzatori della Quercia (con il Gruppo Atletico Palio Città della Quercia) hanno annunciato che stanno mettendo a punto le modalità di ingresso allo stadio per il pubblico: tutte le indicazioni saranno rese note nei prossimi giorni.

Ultimo aggiornamento: 15:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA