Ballardini e Spalletti, qua la mano. I social non perdonano nello strano derby tra ex marchigiani

Ballardini e Spalletti, qua la mano. I social non perdonano nello strano derby tra ex marchigiani
Ballardini e Spalletti, qua la mano. I social non perdonano nello strano derby tra ex marchigiani
di Gianluca Murgia
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 18 Gennaio 2023, 18:49 - Ultimo aggiornamento: 18:50

Questa mano può essere ferro e piuma. Questa volta è stato mister Davide Ballardini a recitare la parte de er Principe di ferro (o fero, fate voi). Vittoria in casa della capolista Napoli alla guida, dopo 3 allenamenti, della cenerentola Cremonese. Questa volta a essere piuma è stato Luciano Spalletti, tecnico del FantaNapoli di quest'anno, la squadra nettamente più forte e bella d'Italia in questo momento ma, magia del calcio, capace di perdere in casa ai calci di rigore dopo essere andata sul 2-1 e aver controllato la partita, valevole il passaggio del turno in Coppa Italia, con tranquillità.

Marche, crocevia sulle panchine

Questo è il calcio, questi sono gli sfottò: i social non perdonano e chi di mano ferisce (vedi la stretta con rincorsa al San Paolo, di Spalletti, nei confronti di Max Allegri), di mano perisce (vedi la photoshoppata di Ballardini che, complice la pelata versione Spalletti, con tanto di mano protesa alla stretta). La curiosità è il derby tutto marchigiano che i due tecnici hanno giocato: Davide Ballardini ha iniziato la sua carriera a San Benedetto del Tronto. Stagione 2004-2005. La sua Samb è stata una delle più belle degli ultimi 20 anni. Luciano Spalletti, invece, si è rilanciato ad Ancona nel 2002: con il trampolino dorico tornò a Udine, crocevia fondamentale per approdare alla Roma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA