Brindisi e Virtus Bologna danno spettacolo. Varese vince con il cuore

Domenica 7 Febbraio 2021
Brindisi e Virtus Bologna danno spettacolo. Varese vince con il cuore

L'Olimpia Milano riposa, ne approfittano le inseguitrici per ridurre il divario. Nel gruppone a quota 24 punti, Brindisi segna 108 punti a Treviso e resta seconda con una grande prova di squadra. Sassari nell’anticipo passa sul campo della Fortitudo, Venezia supera una buona Cantù, la Virtus risolve senza patemi la pratica Reggio Emilia nel posticipo.

Si ferma la corsa di Trieste sconfitta in casa da Brescia che resiste al finale arrembante dei padroni di casa. Pesaro passa a Trento alla settima sconfitta consecutiva in campionato, Varese vince una maratona contro Cremona dopo due supplementari. Da giovedì prossimo sarà Coppa Italia al Forum fino a domenica 14. Lo scorso anno a Pesaro, Venezia vinse l’ultima competizione prima della chiusura per il Covid. 

Intanto, ieri, battendo la Romania a Istanbul 81-66, la nazionale femminile si è qualificata per Euro Basket Women 2021, che si giocherà in Francia e Spagna dal 17 al 27 giugno. Per l’Italia è la quinta qualificazione di fila alla massima rassegna continentale. Le azzurre hanno ottenuto il quinto successo consecutivo dei “qualifiers” dopo il ko accusato all’esordio nel novembre del 2019 contro la Repubblica Ceca, che con il successo sulla Danimarca si è assicurata il primo posto nel girone D. La squadra di Lino Lardo accede invece all’Europeo come la migliore tra le seconde classificate dei nove gironi. Le squadre qualificate, oltre a Francia e Spagna paesi ospitanti, sono Italia, Serbia, Svezia, Bosnia, Russia, Croazia, Slovenia, Repubblica Ceca, Turchia, Slovacchia, Bielorussia e Belgio.

ALLIANZ TRIESTE - GERMANI BRESCIA 78-81

Brescia parte bene, 12-17, poi 20-27 alla fine del primo quarto. Trieste gira la partita con i canestri di Henry (19 alla fine), Upson e Laquintana. Al 15esimo è 39-29. La Leonessa con pazienza rientra e chiude 41-40 al riposo lungo. Anche nel terzo periodo la partita resta equilibrata, 61-58. Burns, al rientro dopo un mese di stop e alla fine 21 punti, e Crawford (14) sorpassano sul 68-77 sul 68 al 36resimo con un parziale da 0-15. Finale incredibile. Sul 70-79, Trieste torna 78-79 a  24 secondi dalla fine. Chery mette i liberi del 78-81, Alviti sbaglia la tripla del pareggio. Brescia riavvicina la zona play off.

OPENJOBMATIS VARESE  - VANOLI CREMONA 110-105 (d2ts)

Varese trova la seconda vittoria consecutiva al termine di una partita folle e dopo essere stata ferma per oltre un mese per il focolaio Covid. Ancora senza Ebgunu che deve posticipare il suo esordio in maglia bianco rossa, Scola e Jakovics si prendono la squadra sulle spalle. Al tredicesimo è 33–24. Per quasi quattro minuti Varese non segna, la Vanoli sorpassa 33-34 e chiude avanti 48-49 al riposo lungo, tirando con il 65% da tre. Si segna poco, 54-54 al 26esimo, 74-73 al 33esimo. Varese resta avanti 81-75 all 37esimo, Poeta impatta sulla’81. Finale mozzafiato. Scola e Douglas regalano l’85-81 a 90 secondi dalla fine. Poeta segna l’85-84, Douglas sbaglia due liberi, Cournooh mette la tripla dell’85-87. Mancano cinque secondi, Douglas sbaglia l’appoggio, Strautins si trova con il pallone e segna sulla sirena l’87-87. Nel supplementare, Cremona perde Hommes per cinque falli, ma Cournooh mette un’altra tripla per l’89-92. Ruzzier risponde per Varese, Poeta sempre da tre, Beane lo imita. Al 43esimo è 95-95. Non si segna più, si va al secondo supplementare. Beane segna il 98-95, Poeta il 98-100 con il suo 30esimo punto in partita (con 7 assist). A novanta secondi dalla fine è ancora 102-102. Beane (27 punti con 5/9 da tre) è scatenato e mette la tripla del 105-102, appoggia il 107-102. Palmi segna subito da tre (107-105), Scola (30 punti e 10 rimbalzi) la chiude sul 110-105. Varese aggancia Cantù all'ultimo post e con due partite da recuperare.

DOLOMITI ENERGIA TRENTO - CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO 70-81

Dopo tre sconfitte esterne consecutive, Pesaro torna al successo. Lele Molin all’esordio in campionato sulla panchina di Trento. Avvio piacevole, 10-10 al quinto. All’improvviso si accende Pesaro, cinque triple segnate e al decimo è 15-26. Nonostante percentuali altissime da tre degli ospiti, l’Aquila resta agganciata alla partita con Maye già a 10 punti e 11 rimbalzi: 28-32 al 15esimo. Trento commette qualche errore, ma all’intervallo è appena 36-39 con la tripla di Sanders allo scadere. Pesaro sceglie di giocare anche da sotto canestro, Filipovity segna il 41-51 al 26esimo. Pesaro resta avanti 51-58 al terzo riposo. Delfino regala il nuovo vantaggio a doppia cifra per gli ospiti: 57-67 al 34esimo. Cain (6 punti e 14 rimbalzi) è una roccia. Pesaro vince 70-81 tirando 16/29 da tre (58 per cento) con cin questo giocatori in doppia cifra (Delfino 14, Drell 12). Trento alla settima sconfitta consecutiva. 

UMANA VENEZIA - ACQUA SAN BERNARDO CANTU' 80-75

Partita equilibrata, 26-21 al decimo, poi 47-44 all'intervallo lungo. Entrambe le squadre tirano con oltre il 47 per cento dal campo. Watt e soprattutto Campogrande con otto punti in fila danno il primo allungo alla Reyer, 60-49 al 25esimo. Cantù non si scompone, Gaines e Procida danno il 60-58, poi il sorpasso, 62-63, al 30esimo. Vidmar e Stone fanno cose buone per la Reyer, la tripla di De Nicolao manda i padroni di casa avanti 72-65 al 35esimo. Venezia conserva il vantaggio fino alla fine e vince 80-75. Daye 15 punti, Watt 13 e Campogrande 11 i migliori per la Reyer. Gaines 23 punti, Bayehe 16 punti e Procida 10. 


DE LONGHI TREVISO - HAPPY CASA BRINDISI 90-108

Ancora senza Harrison e Willis infortunati, Brindisi manda Udom in quintetto e l’ex Verona ripaga con una prestazione complessiva da 18 punti e 8 rimbalzi. Gli ospiti vincono di squadra cambiando marcia nei secondi 20 minuti. Decisivo Thompson con 15 punti e soprattutto 15 assist. Bene anche la percentuale da tre, 50 per cento con 9/18.  Treviso parte bene: 23-18 al settimo. Al primo riposo è 27-25. Si segna poco, 36-35 al 15esimo. Russell da una parte e Thompson e Visconti dall’altra regalano belle giocate per il 43-43. Al riposo lungo è 47-48. Brindisi riparte forte: 50-56, poi 58-68 al 27esimo. Treviso si smarrisce, al terzo riposo è 62-74 (parziale da 13-26). La Happy Casa resta avanti 70-84 con le triple di Udom. Logan, 27 punti con 6/10 da tre, è l’ultimo ad arrendersi, ma Brindisi è straripante e i canestri di Gaspardo (25 punti) e Thompson, 15 punti e 15 assist regalano il 90-108 finale. Bella la sfida sotto canestro tra i due centri titolari, Mekowulu e Perkins che ne fanno 17 a testa, ma il giocatore della Happy casa prende anche 10 rimbalzi. 

UNAHOTELS REGGIO EMILIA - SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA 62-89

La Virtus, ancora imbattuta e qualificata alle Top 16 di Eurocup con due partite di anticipo, prosegue la sua corsa anche in campionato. A metà partita, ospiti avanti 37-44 grazie ad un parziale di 0-15 che li ha lanciati contro una Reggio Emilia che si è ritrovata solo nel finale di periodo con un contro parziale da 12-0 sospinta da Candi. Teodosic a 9 punti e sei assist, Un canestro tutta vedere facendo passare il pallone con un gioco di prestigio dietro le spalle di Candi. Al rientro in campo, la Virtus spinge ancora sull’acceleratore: parziale di 0-7 nei primi quattro minuti e 37-51. Il vantaggio esterno si dilata fino al 51-70 del terzo riposo (parziale 14-26). Hunter, 20 punti e dieci rimbalzi, domina, la Virtus vola 54-77 al 34esimo ed è in pratica la fine virtuale della partita. Baldi Rossi (14 punti e 5 rimbalzi) e Bostic, 11 punti sono gli ultimi a mollare. Finisce 62-89 con dominio a rimbalzo, 26 contro 44, e negli assist, 15 contro 26.


© RIPRODUZIONE RISERVATA