Semplici parte bene, Pavoletti e Joao Pedro firmano la vittoria sul Crotone

Domenica 28 Febbraio 2021
Semplici parte bene, Pavoletti e Joao Pedro firmano la vittoria sul Crotone

Tre punti per ricominciare, il Cagliari espugna l'Ezio Scida di Crotone e si riporta a meno due dalla zona salvezza: 2 a 0 per i sardi il risultato finale. In gol per i rossoblù Leonardo Pavoletti al 56' e Joao Pedro al 60' su calcio di rigore.
"Partita da dentro o fuori" era stata ribattezzata da Giovanni Stroppa, che per un match decisivo nella rincorsa al quart'ultimo posto ha rinunciato inizialmente a Nwanko Simy per dare fiducia a Samuel Di Carmine, supportato dal fresco ex Adam Ounas e dal brasiliano Junior Messias. La rivoluzione in casa Cagliari, con l'esonero di Eusebio Di Francesco e l'arrivo di Leonardo Semplici non ha portato stravolgimenti nella formazione dei sardi: due soli cambi tra i rossoblù rispetto al match perso con il Torino. Semplici ha puntato fin da subito su Leonardo Pavoletti al posto di Giovanni Simeone, scelta che poi si rivelerà vincente. L'altro cambio Alfred Duncan, fortemente voluto da Di Francesco, ma mai protagonista come oggi nelle precedente prestazioni. Il primo tempo conferma le aspettative della vigilia, con il Crotone che ci ha provato di più senza mai tuttavia concludere nello specchio della porta, e il Cagliari solido e compatto in difesa ma pronto a tentare il colpaccio appena se ne presentasse l'occasione. Lo 0 a 0 alla voce "tiri in porta" testimonia la scarsa incisività in zona gol di sardi e calabresi che hanno chiuso un primo tempo tutt'altro che irresistibile a reti inviolate. Nonostante l'ottima prestazione dell'algerino Adam Ounas e gli spunti in dribbling del brasiliano Messias la squadra di Stroppa non è mai riuscita a trovare l'ultimo passaggio, con un Samuel Di Carmine "imbrigliato" dall'ottimo Diego Godin, ancora una volta tra i migliori in campo per i sardi.
Ripresa che è partita sulla falsariga del primo tempo, ma è bastato il cross giusto per la testa di Leonardo Pavoletti per cambiare il match. Al 56' è stata imparabile la schiacciata del centravanti toscano che non andava a segno dallo scorso 29 novembre. Cagliari letale, appena quattro minuti dopo il raddoppio è arrivato su calcio di rigore trasformato da Joao Pedro, al dodicesimo gol stagionale. Inutile per il Crotone l'ingresso, forse tardivo, di Nwanko Simy e la prestazione di spessore di Ounas, che al 66' si è visto respingere il suo perfetto tiro a giro dal palo. Al 90' ci ha pensato invece Alessio Cragno a spegnere ogni velleità di rimonta dei calabresi: prodigiosa la parata che ha levato la palla calciata perfettamente da Pedro Pereira sotto la traversa. Al 93' il Cagliari ha portato a casa tre punti che fanno sperare i sardi che adesso affronteranno mercoledì il Bologna in un altro match che vale una stagione. I rossoblù salgono dunque a 18 punti, meno due dal Torino che però deve recuperare la gara con il Sassuolo. Per il Crotone una sconfitta che fa male: i calabresi rimangono a 12 punti staccati di 8 dalla zona salvezza. La squadra di Stroppa ci ha provato di più ma la scarsa incisività sotto porta e un pizzico di sfortuna hanno spento forse definitivamente le speranze di rimanere in serie A. 
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA