Caputo raggiunge il Napoli al 95': il Sassuolo acciuffa il 3-3

Mercoledì 3 Marzo 2021
Caputo raggiunge il Napoli al 95': il Sassuolo acciuffa il 3-3

Finisce in parità la sfida del Mapei Stadium. Tre a tre tra il Sassuolo, che non riesce ad avvicinare il treno europeo, e il Napoli, che non avvicina la zona Champions. Un punto che sa di beffa per entrambe. La squadra di De Zerbi può recriminare per non aver chiuso la gara a inizio ripresa, quella di Gattuso per non aver saputo gestire il vantaggio negli ultimissimi minuti di recupero. Napoli sempre in emergenza, nonostante il recupero di Demme. Gattuso fa turnover rispetto alla sfida col Benevento, rilancia Hysaj a sinistra e Maksimovic al centro della difesa, complice la squalifica di Koulibaly. In mediana con Demme ci sono Fabian e Zielinski, in attacco Insigne e Politano supportano Mertens.

Nel Sassuolo Lopez e Locatelli fanno filtro in mediana, a Berardi, Defrel e Djuricic il compito di assistere l'unica punta: Caputo. Si gioca al piccolo trotto, il pallone lo gestisce di più il Sassuolo che però non affonda. L'unica palla gol arriva al 15' quando una chiusura di Demme mette involontariamente in condizione Berardi di sparare a rete: Meret salva col piede. Al 21' Insigne confeziona una magia raccogliendo palla da Hysaj e beffando Consigli con un destro a giro dei suoi, di rara bellezza. Dopo un lungo consulto Var, però, Marini annulla per fuorigioco millimetrico. Il Napoli accusa il colpo e al 34' si ritrova addirittura sotto. Berardi calcia una punizione dal vertice destro dell'area, Maksimovic interviene di testa e devia nella sua porta, ingannando Meret.

La reazione degli azzurri è rabbiosa e frutta il pari 4' più tardi: caparbia l'azione di Demme che tocca all'indietro per Zielinski, sinistro a giro dal limite del polacco ed è 1-1. Il Napoli insiste, ma proprio allo scadere del tempo si fa prendere in velocità dal Sassuolo. Ottimo il dialogo tra Rogerio e Defrel sulla sinistra, palla al centro per Caputo, steso da Hysaj: è rigore, trasformato da Berardi. Partenopei di nuovo sotto e in difficoltà nella ripresa. Meret salva due volte su Djuricic, poi è salvato prima dalla traversa sul sinistro di Berardi e poi dal palo sul destro di Caputo.

Napoli a corto di fiato, con Elmas in campo al posto di uno spento Mertens. Ma al 27' gli azzurri trovano il pari. Insigne scappa via sulla sinistra e mette in condizione Di Lorenzo di toccare a rete da due passi. La gara diventa indecifrabile: squadre lunghe e stanche, con occasioni che si susseguono da ambo le parti. Fabian non sfrutta un errore di Ferrari e si fa respingere la conclusione da Consigli, Rrahmani ci mette una pezza su Djuricic.

Dal valzer di cambi nel finale ne esce meglio il Napoli, che al 45' trova un rigore: Insigne pesca in area Di Lorenzo, spinto da Haraslin. Dal dischetto Insigne spazza via i fantasmi e spiazza Consigli, per il 2-3. Finita? No. I tre di recupero sono già trascorsi quando Haraslin va via a Manolas, in campo da pochi minuti al posto di Maksimovic, e si procura un altro rigore: l'ex romanista, preso in velocità, lo ostacola fallosamente. Dal dischetto Caputo batte Meret e regala il pari al Sassuolo. Un punto per parte. E tutti scontenti.

LEGGI LA CRONACA

Ultimo aggiornamento: 21:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA