Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Vis Pesaro, i tifosi suonano la carica. E Gucci potrebbe rimanere in biancorosso

Vis Pesaro, i tifosi suonano la carica. E Gucci potrebbe rimanere in biancorosso
Vis Pesaro, i tifosi suonano la carica. E Gucci potrebbe rimanere in biancorosso
di Emanuele Lucarini
4 Minuti di Lettura
Venerdì 19 Agosto 2022, 04:40

PESARO  - Va bene che si dice che la pioggia è beneaugurante, oltre che rigeneratrice, però restare col fiato sospeso tutto il giorno, sperando che goccioloni mancanti da mesi non apparissero all’improvviso mandando all’aria il saluto alla città dell’ultracentenaria entità calcistica, onestamente non è stato il massimo. Tant’è. Anche perché alla fine è andato tutto bene e la Vis si è comunque svelata alla città, o meglio un bel gruppo di tifosi che ieri sera, alle 21, si sono ritrovati allo Chalet a Mare di Sottomonte.

 
Il video del mister
Un’oretta abbondante scivolata via in maniera sobria, organizzata alla perfezione da Valerio Vergari che ha chiamato come presentatore la garanzia Christian Ginepro, attore di cinema, teatro e televisione trapiantato a Roma, assieme a Valentina Violini, piacevolissima scoperta. Guerrino Amadori, direttore dell’area marketing, affari generali e rapporti istituzionali del club, ha preannunciato importanti novità riguardo al comparto femminile, settore in ascesa anche a queste latitudini, dopo che la serata era stata introdotta da un video di 3 minuti voluto da Sassarini, con lo stesso mister ad accompagnare con la sua voce fuori campo immagini emblematiche di Pesaro e della Vis. La prova, l’ennesima, del legame profondo tra il tecnico spezzino, tornato all’ombra della Palla di Pomodoro a distanza di 6 anni, e l’universo biancorosso tutto. 
Sorpresa Gucci

Poi, a uno a uno, sono stati chiamati sul palco allestito sull’arenile i membri della rosa vissina. Come al solito per blocchi, leggasi ruoli, partendo dai portieri Alessandro Farroni, Matteo Campani e Daniel Fratti, giovane prodotto del vivaio, e dai difensori Francesco Cusumano, Aboubakar Bakayoko, Riccardo Zoia, Stefano Rossoni, Matteo Borsoi, Amine Ghazoini e Fabio Gavazzi, il capitano. Passando per i centrocampisti Andrea Astrologo, Mario Coppola, Davide Marcandella, Christian Aucelli, Rachad H’Maidat, Manuel Di Paola: a proposito, la diagnosi dell’infortunio muscolare è di poco conto, una decina di giorni appena. Sospirone di sollievo. Quindi gli attaccanti: Tomas Sosa, il figlio del «Pampa» di Udinese e Napoli, Mamadou Ngom, Destiny Egharevba, Ahmed Sanogo, Francesco Fedato, Ottavio Garau e Kevin Cannavò, il giovane veterano. Ultimo, ma non ultimo, Niccolò Gucci, che la società pareva pronta a sacrificare per liberare uno slot a livello di over. La chiamata tra i membri della rosa dell’attaccante fa aumentare un poco le chance di una sua permanenza, per la gioia dei tifosi che hanno imparato ad ammirare un ragazzo che in campo dà tutto ciò che ha in corpo e pure di più. 
Auguri pres
Sfilati a uno a uno i calciatori della Vis 2022-2023, elementi di una rosa che da qui al primo settembre potrà subire qualche variazione ma non sostanziale (il ds Michele Menga è sempre al lavoro), è stato il turno del mister, David Sassarini, e dello staff, sia tecnico che medico: il vice Francesco Renzoni, i preparatori atletici Marco Giovannelli e Matteo Mantoni, l’uomo dei portieri Francesco Franzese, il match analyst Michele Aragona, il responsabile sanitario Augusto Sanchioni, i fisioterapisti Luca Mengacci e Moreno Fusco. Tra uno stacchetto musicale e l’altro, gestito dal dj dello Chalet a Mare, bellissimo il momento dedicato a Mauro Bosco, che proprio ieri compiva 44 anni.

Al presidente è stata fatta la sorpresa di un filmato di auguri da parte di figure rappresentative dello sport locale e nazionale, come Lorenzo Pizza, Ario Costa, Franco Arceci, Massimo Ambrosini e addirittura Francesco Ghirelli, che ha certificato il ruolo di Bosco stesso all’interno della Lega Pro. Immancabile il saluto istituzionale di Matteo Ricci, il sindaco di Pesaro, dal suo vice Daniele Vimini, dall’assessore Mila Della Dora e dal consigliere regionale Andrea Biancani, per una serata riuscitissima, nonostante i nuvoloni poco incoraggianti che fin dal mattino hanno coperto i cieli di Pesaro non tramutatisi in pioggia nel momento clou.

© RIPRODUZIONE RISERVATA