MotoGp, Vinales trionfa in Malesia davanti a Marquez. Dovizioso è terzo, quarto Rossi

Domenica 3 Novembre 2019
Marc Vinales vincitore Gp della Malesia
Serviva la gara perfetta per battere il cannibale Marc Marquez, trionfatore negli ultimi cinque Gp, e Maverick Vinales c'è riuscito a Sepang, penultimo appuntamento del motomondiale corso oggi sul circuito della Malesia. Dall'inizio alla fine nessuno è riuscito a restare dietro al pilota spagnolo della Yamaha che, secondo al via dietro al poleman'” Quartararo (alla fine 7mo), è andato via via scavando il giusto distacco che gli ha permesso di controllare la gara senza pressione fino al traguardo, conclusa con tre secondi di vantaggio sul campione del mondo Marquez, protagonista di una eccellente partenza: partito 11°, dopo un giro aveva già guadagnato 8 posizioni.



Sul terzo gradino del podio un ritrovato Andrea Dovizioso che ha resistito agli attacchi di Valentino Rossi, interprete di una buona gara con una moto che stavolta ha 'tenutò fino alla fine. Franco Morbidelli, scattato in prima fila col terzo tempo delle qualifiche, ha chiuso al 6° posto, mentre Danilo Petrucci deve accontentarsi del 9° posto.

Nella giornata che ha visto il trionfo, quarto stagionale, del neoiridato Lorenzo Dalla Porta in Moto3 e ha sancito la vittoria di Alex Marquez in Moto2 (al fratello minore di Marc è bastato oggi arrivare 2° alle spalle di Brad Binder, adesso staccato di 28 punti e quindi irraggiungibile in classifica), le emozioni le ha regalate il paddock nel ricordo di Afridza Munandar, il 20enne indonesiano che ha perso la vita ieri in pista durante l'ultima prova dell'anno dell'Asian Talent Cup: tutti i piloti, dai più giovani fino ai campioni, hanno osservato un minuto di silenzio sulla griglia di partenza.

LEGGI ANCHE: 
Il pilota Afridza Munandar come Marco Simoncelli: morto in gara sul circuito di Sepang

LA GARA Con Marquez in difficoltà, la Yamaha, che aveva dominato il weekend tra prove libere e qualifiche, non si è lasciata sfuggire l'occasione con Vinales oggi davvero perfetto dall'inizio alla fine e oggi senza la sbavatura che una settimana fa a Phillip Island gli era costata la possibile vittoria. Stavolta il 24enne di Figueres non ha sbagliato nulla, partendo a razzo e dettando subito un gran ritmo per tutti e 20 i giri. Marquez ci ha provato subito dopo il via, con una partenza sprint che gli ha fatto guadagnare ben otto posizioni, ma preferendo poi rimanere in scia del connazionale, forse già felice di suo per la vittoria iridata del fratellino Alex. A regalare emozioni ai malesi in tribuna ci hanno così pensato Dovizioso e Rossi che per oltre metà gara si sono giocati il terzo gradino del podio. Alla fine l'ha spuntata il ducatista ma il 'Dottorè può comunque ritenersi soddisfatto di aver visto la sua M1 tenere il ritmo dei migliori per tutta la gara. Tra tante facce felici, oggi invece è andata meno bene al 'talentino Fabio Quartararo, gran protagonista della stagione e del week end: il francesino dopo l'orribile partenza ha chiuso malinconicamente 7/o, dovendo di nuovo rimandare l'appuntamento con la vittoria. Chiudono la top ten Jack Miller, Danilo Petrucci e Joan Mir, mentre un ottimo Johann Zarco è finito sulla ghiaia con la sua Honda quando era in 8a posizione. Ennesimo, brutto risultato infine per Jorge Lorenzo, 14mo


COSÌ VINALES «È stata una gara incredibile, sapevo di avere un bel potenziale e ho avuto grande velocità. Anche in Australia avevo avuto un buon feeling, ma aver preso la testa nelle prime battute qui mi ha permesso di imporre il mio ritmo e di vincere»: così dopo il successo a Sepang in MotoGp di Maverick Vinales che ha voluto anche ricordare il giovane centauro indonesiano Afridza Munandar, morto ieri sul circuito malese nel corso della gara dell'Asia Talent Cup: «È un successo che voglio dedicare al giovane pilota morto ieri, questa vittoria è per lui».
Ultimo aggiornamento: 11:03


© RIPRODUZIONE RISERVATA