Pugno al rivale: Moscon espulso
dal Tour, ora rischia il licenziamento

Lunedì 23 Luglio 2018 di Francesca Monzone
Pugno al rivale: Moscon espulso dal Tour del France, ora rischia il licenziamento

Ancora problemi per il Gianni Moscon e il Team Sky. Il corridore trentino è stato espulso ieri dal Tour de France, durante la tappa numero 15, per aver colpito in corsa Elie Gesbert, corridore della Fortuneo e ora rischia seri provvedimenti disciplinari e il licenziamento da parte del Team Sky. La "Var" non ha lasciato dubbi e dalle immagini si vede chiaramente che il corridore della Sky colpisce, senza motivo, Gesbert pochi chilometri dopo il via. Il motivo sembrerebbe legato al fatto che il corridore della Fortuneo avrebbe cercato di difendere la fuga del compagno di squadra Barguil.  

Moscon purtroppo non è nuovo a gesti impulsivi come questi e nella sua giovane carriera già erano stati presi provvedimenti e proprio per questi precedenti, adesso rischia una sanzione importante. Nel 2017 ci furono gli insulti razzisti al francese Reza e in quell’occasione fu proprio il suo team a sospenderlo. Prima ancora c’era stato  il controverso caso con lo svizzero Reichenbach, dal quale poi venne assolto e il traino al Mondiale di Bergen.

Nella tarda serata di ieri a parlare ufficialmente e a scusarsi è stato il general manager della Sky,  Dave Brailsford, che attraverso un comunicato ufficiale ha dichiarato: "Appoggiamo e accettiamo la decisione degli organizzatori della gara di escludere Gianni Moscon dal Tour de France. Gianni è molto addolorato e sa di aver sbagliato. Affronteremo questo incidente con Gianni una volta completato il Tour e decideremo se intraprendere ulteriori azioni”. 

Anche Moscon attraverso un video diffuso sui social network chiede scusa per il gesto commesso, ma le sue scuse potrebbero non risolvere il suo problema. Nel video il Trentino si assume tutte le responsabilità del gesto, chiede scusa a Gesbert e alla Fortuneo ma anche ai suoi compagni di squadra. Il video si conclude con la voce dell’atleta che spiega di essere stato un pessimo esempio per tutti quanti. Il team Sky a questo punto perde anche un uomo importante per quanto riguarda la corsa, dove è al comando con Thomas seguito da Froome. 

Nella giornata di oggi è prevista a Carcassonne la conferenza di Froome e Thomas. Inizialmente il team Sky aveva fatto sapere che non avrebbero fatto una conferenza di tutta la squadra, ma dopo i fatti di ieri potrebbero esserci dei chiarimenti su questa vicenda, considerando anche che il team Sky non è visto in modo positivo dal pubblico francese dopo i fatti di Froome e Wiggins. 

Ultimo aggiornamento: 11:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA