Il Monticelli si gioca la salvezza
Sfida l'Isernia al Del Duca

Domenico Stallone, tecnico del Monticelli
Domenico Stallone, tecnico del Monticelli
2 Minuti di Lettura
Sabato 21 Maggio 2016, 17:42 - Ultimo aggiornamento: 22 Maggio, 21:18

ASCOLI - L’attesa è finita. Domani pomeriggio (ore 16) il Monticelli affronterà al Del Duca l’Isernia nella sfida playout, con l’obiettivo di mantenere la categoria. Una sfida attesa da due settimane dai biancazzurri che, per salvarsi, avranno a disposizione due risultati su tre ai tempi supplementari. «In settimana ci siamo preparati cercando di far star calmi i ragazzi non caricando la partita di ansie e tensioni - ha affermato il tecnico Nico Stallone alla vigilia - ma nello stesso tempo abbiamo curato tutti i particolari e i dettagli con la massima concentrazione chiedendo a tutti di giocare con la massima tranquillità perché se la tensione ci attanaglia rischi spesso di non fare la prestazione».

Tante le insidie di questa partita, a cominciare dall’esperienza della squadra molisana, che in campionato ha concluso a pari punti del Monticelli: «L’Isernia è una squadra formata da tutti giocatori di categoria, da tutti giocatori esperti e fastidiosi che vanno alla ricerca del contatto - ha dichiarato Stallone - sarà una partita dove servirà la massima attenzione soprattutto a livello dei particolari e quindi nelle palle ferme, calci d’angolo, falli laterali e punizioni. Servirà essere concentrati al 100%». Nonostante le numerose difficoltà incontrate nel corso del campionato, i biancazzurri non hanno mai mollato: «Questa squadra per i valori che ha, per la qualità di gioco mostrata, per il fatto che è una matricola e per tutte le difficoltà avute e superate alla grande, si merita la salvezza - dice Stallone - questo dobbiamo però dimostrarlo ancora una volta domani. Dobbiamo fare la partita e mostrare ancora una volta di meritarci questa salvezza. La squadra deve giocare come sa e mostrare il suo massimo potenziale, solo così potremmo portare avanti ancora una volta questo miracolo sportivo».

Qualche dubbio per mister Stallone, che ha tutta la rosa a disposizione. In porta solito ballottaggio fra i pali tra Di Nardo e Mecca, con il primo in leggero vantaggio sul secondo. In difesa il quartetto difensivo dovrebbe essere composto da Vallorani sulla fascia destra, Sosi e Adamoli i due centrali e Monaco sull’out mancino. A centrocampo spazio a Matinata (favorito su Traini), Alijevic e Gesué. In attacco il tridente sarà formato da Petrucci, Galli e Margatita, anche se lasciar fuori Filiaggi, il giocatore più in forma nelle ultime settimane, non sarà certamente facile per mister Stallone.

Prevista una bella cornice di pubblico, la dirigenza ascolana ha adottato diverse iniziative rivolte soprattutto ai giovani: i ragazzi fino a 14 anni entreranno gratis, mentre quelli dai 15 ai 18 pagheranno un euro. L’arbitro dell’incontro sarà Fabio Natilla della sezione di Molfetta: il fischietto pugliese sarà assistito da Paolo Laudato di Taranto e Francesco Bruni della sezione di Brindisi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA