La Juve ne fa 3 al Milan che si arrende dopo 27 risultati utili di fila

Mercoledì 6 Gennaio 2021

Dopo 27 risultati utili consecutivi, il Milan alza bandiera bianca e perde 1-3 contro la Juventus. Non accadeva dal pre lockdown, dall’8 marzo. Sempre al Meazza, ma contro il Genoa. Decisiva la doppietta di Chiesa e il sigillo di McKennie. Unica nota positiva per il Milan, di una giornata tormentata, è aver comunque mantenuto il primo posto a causa della sconfitta dell’Inter a Marassi contro la Sampdoria. In mattinata, dopo le positività al coronavirus, nei giorni scorsi, di Alex Sandro e Cuadrado, anche la squadra di Stefano Pioli si ritrova con due casi. Quelli di Krunic e Rebic. Il centrocampo è da reinventare e per l’occasione avanza Calabria. La Juventus si presenta con il 4-4-2 e sono proprio i bianconeri a passare in vantaggio. Tacco di Dybala che beffa Romagnoli, Chiesa brucia Theo Hernandez e segna. Il Milan non si demoralizza. Szczesny è tra i migliori in campo. Il polacco ferma tutti, ma non il piatto di Calabria. Si arriva all’intervallo sull’1-1. Ma nella ripresa il Diavolo è stanco. Chiesa raddoppia su un altro suggerimento di Dybala e triplica con il neo entrato McKennie, che deve solo appoggiare in rete un assist perfetto di Kulusevski, un altro subentrato dalla panchina. Vince la Juventus, ma il Milan resta a +1 sull’Inter.

 

LEGGI LA CRONACA

LE FORMAZIONI 

Milan (4-2-3-1): G. Donnarumma; Dalot, Kjaer, Romagnoli, Theo Hernandez; Calabria, Kessie; Castillejo, Calhanoglu, Hauge; Leao. A disp.: Tatarusanu, A. Donnarumma, Conti, Kalulu, Brahim Diaz, Musacchio, Maldini, Colombo, Duarte, Frigerio. All.: Pioli.

Juventus (4-4-2): Szczesny; Danilo, Bonucci, De Ligt, Frabotta; Chiesa, Rabiot, Bentancur, Ramsey; Dybala, Ronaldo. A disp.: Pinsoglio, Buffon, Chiellini, Arthur, McKennie, Demiral, Bernardeschi, Da Graca, Di Pardo, Portanova, Fagioli, Kulusevski. All.: Pirlo.

Ultimo aggiornamento: 7 Gennaio, 09:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA