Calciomercato Milan, dopo Renato Sanches si tratta Raspadori. Inter, previsti altri incontri con Dybala

Al momento i rossoneri hanno sì altre priorità (Botman o Bremer per la difesa e Lang e De Ketelaere per la trequarti), ma pensano anche a come rinforzare l’attacco di Stefano Pioli

Milan, dopo Renato Sanches si tratta Raspadori. Inter, previsti altri incontri con Dybala
Milan, dopo Renato Sanches si tratta Raspadori. Inter, previsti altri incontri con Dybala
di Salvatore Riggio
3 Minuti di Lettura
Giovedì 9 Giugno 2022, 10:08 - Ultimo aggiornamento: 10 Giugno, 09:59

Chiuso Renato Sanches con il Lille, il Milan incontra gli agenti di Raspadori, l’attaccante del Sassuolo. In sostanza, per Berardi la concorrenza è alta (Roma e Juventus), per Scamacca ci sono le insidie estere (sondaggio del Psg e dell’Arsenal) e allora il club di via Aldo Rossi vira su Raspadori, nella rosa di Roberto Mancini agli ultimi Europei, vinti a Wembley l’11 luglio a rigori contro l’Inghilterra. Al momento i rossoneri hanno sì altre priorità (Botman o Bremer per la difesa e Lang e De Ketelaere per la trequarti), ma pensano anche a come rinforzare l’attacco di Stefano Pioli. Il Milan nel mercato non può non guardare al regolamento di quando a settembre sarà consegnata la lista Champions. Nella Lista A dovranno essere inseriti almeno otto giocatori cresciuti “localmente”, i Club Trained Players e gli Home Trained Players. Nell’ordine: i primi sono i calciatori che hanno militato nelle giovanili del club tra i 15 e 21 anni, mentre i secondi sono i giocatori tesserati per la stessa federazione di appartenenza della squadra presentatrice, per almeno tre anni, sempre compresi tra i 15 e i 21 anni. E con gli addii di Kessie e Romagnoli (su di lui ci sono Lazio e Monza), servirà qualcuno che abbia questi requisiti.

Dybala-Inter: gli aggiornamenti

Intanto, l’Inter ha presentato un’offerta a Dybala (5,5 più bonus contro i 7 più bonus chiesti dall’argentino). Nei prossimi giorni ci saranno altri incontri per limare i dettagli. L’unica minaccia arriva dall’Atletico Madrid, che però non ha ancora formalizzato offerte. Capitolo Lukaku: il Chelsea, a differenza dei nerazzurri, non ha fretta di chiudere. Lo aspetta nel ritiro estivo, ma potrebbe aprire a una cessione (no al prestito gratuito) solo davanti a offerte interessanti. Anche perché, nel frattempo, i Blues corteggiano Gabriel Jesus del Manchester City.

© RIPRODUZIONE RISERVATA