Mastronunzio resta al Montefano e va anche oltre: «Sogno la Serie D a 42 anni»

Venerdì 3 Luglio 2020
Salvatore Mastronunzio, 40 anni, dopo una partita con il Montefano
MONTEFANO - Ripartirà con il Montefano Salvatore Mastronunzio, ormai diventato un idolo dei tifosi viola. «Mi ha fatto enorme piacere la proposta del presidente Bonacci di rimanere con loro - ha detto l'ex bomber dell'Anconitana - Non ci sono stato tanto a pensare perché qui sono stato bene, ho conosciuto persone in gamba e importanti: ho detto subito di sì». Montefano è l’ambiente ideale per lavorare in tranquillità. «In tutta la mia carriera mi è capitato pochissime volte di trovare persone così. Alla mia età cercavo queste soluzioni che ho trovato qui lo scorso anno e continuare insieme è un piacere. Il finale di stagione che il Covid non ci ha fatto disputare mi è rimasto ancora in gola perché potevamo fare bene fino alla fine: mancavano sette giornate, erano tutti scontri diretti, tutte partite belle da giocare, a partire da quella con l’Anconitana. Vogliamo essere di nuovo protagonisti nel prossimo campionato».

Mastronunzio che compirà 41 anni il 5 settembre, vede ancora lontano il momento di smettere a giocare: «Sinceramente non ci penso - sottolinea ancora Mastronunzio - Al di là di quanto dice la carta d’identità, se stai bene e hai conosciuto persone che ti vogliono ancora protagonista con loro, questo ti dà stimoli per continuare a giocare, ad allenarti, a sudare e a fare bene. Poi vedremo come andranno le cose. Se il Montefano sarà una mina vagante come lo è stato nell’ultima parte del campionato e se ci fosse la possibilità, non mi tirerei indietro nemmeno a 42 anni per fare la Serie D. Quando stai bene di testa puoi fare tutto. Poi è normale che devi fare i conti con il tuo fisico ma io mi sono sempre allenato da quando avevo 6 anni».
© RIPRODUZIONE RISERVATA