Pesaro, countdown al Giro d'Italia
Panoramica osservata speciale

Il Giro d'Italia, sale l'attesa per la tappa pesarese
Il Giro d'Italia, sale l'attesa per la tappa pesarese
3 Minuti di Lettura
Domenica 24 Febbraio 2019, 18:15 - Ultimo aggiornamento: 18:28

PESARO - La macchina operativa comunale, si è già messa in moto e si sta preparando alla tappa della 102esima edizione del Giro d’Italia del 18 maggio. Nelle prossime settimane partirà anche il piano asfaltature e manutenzioni sui tratti di strade interessate dal passaggio. Il percorso del serpentone ormai è quasi definito, ed è solo questione di poche settimane, confermano gli assessori ai Lavori Pubblici, Enzo Belloni e allo Sport, Milla Della Dora. Intanto Comune e Provincia, al lavoro per i tratti di propria competenza. 

«Resta da capire sulla base delle indicazioni arrivate – entra nel merito l’assessore Enzo Belloni con il suo staff di tecnici – se il Giro, dopo aver percorso tutta la Panoramica, imboccherà viale Gorizia uscendo in via Canale oppure se transiterà sulla Statale, passando per il rondò del Trony. Nel caso di passaggio sulla Statale, saremo costretti per questo a posticipare i lavori per rendere la rotatoria definitiva: valuteremo nei prossimi giorni. L’arrivo della tappa, resta confermato in viale della Repubblica e in questo caso si chiuderà la Statale da via Milano fino a via Cavallotti. Inoltre all’altezza di Fosso Sejore i mezzi pesanti saranno deviati verso l’ingresso dell’Autostrada». 

La strada Panoramica richiede interventi capillari e urgenti per permettere il passaggio del Giro, da Gabicce, ai borghi del San Bartolo fino a Pesaro. «Uno dei tratti - prosegue Belloni – che rientra nel percorso della tappa interessa un tratto di strada a Santa Veneranda, in particolare da Ponte Valle fino all’arco d’ingresso, scendendo dall’entroterra verso la città. La zona mare è sostanzialmente a posto, ma programmeremo alcuni interventi puntuali di asfaltature e manutenzioni e se l’organizzazione opterà per il passaggio della tappa su viale Gorizia, dovremo eseguire piccoli interventi o pensare ad accorgimenti per il transito in sicurezza su via Canale, che è più stretta». 

L’Ente provinciale, ha rassicurato intanto il dirigente Maurizio Bartoli con delega al servizio Viabilità, destinerà una parte delle risorse anche per le asfaltature e i ripristini di tratti della Panoramica San Bartolo. «Stiamo definendo le risorse economiche dell’intero piano viabilità e manutenzioni dell’Ente – riferisce – prima ci concentreremo sulla tappa della Tirreno Adriatica, che interessa i Comuni dell’entroterra sul versante fanese, poi penseremo al Giro d’Italia. Dallo stanziamento complessivo attingeremo risorse per manutenzioni di alcuni tratti di nostra competenza. Entro un mese e mezzo contiamo di avere il quadro definito». La Panoramica è però un tratto lungo e in più punti dissestato, dove c’è anche un problema di taglio vegetazione, osserva il presidente dell’Ente Parco, Davide Manenti. «Nelle prossime settimane torneremo a fare pressing sugli enti competenti. La Provincia temo, che con le sue sole risorse non riesca però a garantire un piano complessivo di interventi. C’è un problema di guardrail alcuni divelti, altri ormai coperti dalla vegetazione, chiediamo per la sicurezza della strada, che anche i Comuni di Pesaro e Gabicce, facciano la loro parte».

© RIPRODUZIONE RISERVATA