Lele Adani nella bufera per la telecronaca di Slavia Praga-Inter. Sui social: «Troppe urla, troppo di parte»

Giovedì 28 Novembre 2019
Lele Adani
«Troppe esultanze, troppe urla, troppo di parte». Lele Adani nel mirino dei social per una telecronaca giudicata fin troppo esuberante. Sotto la lente del web finisce infatti il commento di ieri sera al match di Champions Slavia Praga-Inter, terminato 3-1 per i nerazzurri: secondo gli utenti che da ore stanno bersagliando su Twitter il telecronista Sky, Adani avrebbe infatti «esagerato», comportandosi come un «tifoso esagitato dell'Inter» e «non come un vero professionista». Una cronaca sportiva in diretta «davvero di bassissimo livello», lamentano, ravvisando ironicamente nella rete «un clone di Inter Channel» per una sera.
 

«Non vedo tutta questa enfasi e pazzia quando fanno le telecronache per le altre squadre italiane», il commento ricorrente di chi chiede «neutralità» per poi minacciare: «Se alla prossima partita dell'Inter in Champions ci sarà Lele Adani, mi faccio il pezzotto». Perché il telecronista, spiegano ancora, «è della stessa pasta di Bergomi: un commentatore tecnico anche molto competente tranne quando fa la telecronaca dell'Inter dove diventa un ultras». «Ma per caso Adani simpatizza Inter? La telecronaca mi ha fatto venire questo dubbio», ironizzano ritwittando a decine la clip con il goal di Lukaku in cui si sente il giornalista prima urlare «calmaaaaa! calmaaaaa!» e poi gridare a rete fatta «adesso annulla anche questo!».
 

A protestare sono soprattutto gli juventini, ma anche tra gli interisti serpeggia il malcontento: «Da interista -scrive Andrea- dico una cosa: il commento forzato da »tifoso« infastidisce me, figuriamoci gli anti-interisti che hanno seguito la partita». Ultimo aggiornamento: 13:50


© RIPRODUZIONE RISERVATA