Napoli, doppia rimonta in Inghilterra contro il Leicester: decisiva la doppietta di Osimhen

Giovedì 16 Settembre 2021
Leicester City-Napoli 2-2

Leicester - Il Napoli spreca, rischia la sconfitta all'esordio in Europa League, ma trova un punto prezioso sul campo del Leicester. Finisce 2-2, con doppia zampata della squadra di Spalletti nel finale. Una rimonta targata Osimhen, decisivo di piede e di testa nel finale di una partita ben interpretata dagli azzurri, propositivi ma imprecisi sotto porta.

Conference League: una Roma spettacolare incanta l'Olimpico: battuto il Cska Sofia 5-1

La partita

Quattro cambi per Spalletti rispetto alla gara con la Juventus. Il tecnico di Certaldo recupera in extremis Insigne, che agisce alle spalle di Osimhen assieme a due nuovi innesti, Lozano e Zielinski. Le altre novità in difesa: a destra tocca a Malcuit e al centro spazio a Rrahmani, che prende il posto di Manolas: Di Lorenzo si sposta a sinistra vista l'assenza di Rui. Stesso schieramento anche per il Leicester, che in mediana si regge sulla fisicità di Ndidi e Soumarè. Rodgers rinuncia inizialmente a Vardy: Daka è la prima punta, con Perez, Barnes e Iheanacho a supporto. Gli inglesi non partono all'assalto, anzi si affidano alle ripartenze. Schmeichel respinge in qualche modo un destro velenoso di Osimhen, Ospina ci mette una pezza su Barnes, dopo un errore difensivo.

Al 9', però, il Leicester passa. Da un lancio di Koulibaly per Malcuit s'innesca un contropiede micidiale della formazione di casa: Barnes scambia con Daka, cross dalla sinistra e tocco vincente di Perez che sopraggiunge a tutta velocità dalla destra. Il Napoli per qualche minuto accusa il colpo, poi però prende in mano le operazioni. È la pressione alta degli azzurri - in inedita maglia rossa, per la verità - a creare i maggiori grattacapi agli inglesi: al 20' Anguissa offre un buon pallone a Osimhen, che si libera di un avversario e calcia dal limite abbondantemente fuori. Più ghiotta la chance propiziata dallo stesso Osimhen al 28': tocco arretrato per Malcuit che spara altissimo. Nel finale di tempo il Napoli sfiora ripetutamente il pari. Ci provano Zielinski su invito di Osimhen (salvano Castagne e Schmeichel), Insigne (fuori di poco), Osimhen (alto in mischia) e lo stesso Lozano di testa su cross di Malcuit, proprio allo scadere: il portiere del Leicester si oppone d'istinto. Dopo l'intervallo Rodgers si copre: dentro Soyuncu per Evans, non al meglio, e soprattutto Tielemans al posto di Perez per dare ancor più sostanza alla mediana.

Proprio dal piede di Tielemans parte l'assist per il 2-0 di Daka al 14': gol annullato per fuorigioco dopo controllo Var. Spalletti inserisce Politano ed Elmas per Lozano e Zielinski, ma al 19' da un errore di Di Lorenzo nasce l'azione che porta al raddoppio, stavolta regolare, del Leicester: Iheanacho imbecca Barnes, Malcuit non riesce a chiudere e Ospina non può nulla Sembra finita, ma da un'azione insistita del Napoli, al 24', nasce il gol del 2-1: Fabian tocca di testa per Osimhen, che con un tocco morbido supera Schmeichel in uscita. Insigne, generosissimo e stremato, lascia il posto a Ounas per l'assalto finale. Il Napoli ci prova con l'algerino trequartista, Elmas largo a sinistra e Politano a destra. Rodgers lancia nella mischia Lookman e Maddison, il Leicester bada soprattutto a contenere e a gestire il pallone. Per il Napoli dentro anche Petagna e Juan Jesus (fuori Anguissa e Malcuit), col centravanti che va a sistemarsi al fianco di Osimhen negli ultimissimi minuti all'arma bianca. La mossa paga. Al 42', su cross dalla destra di Politano, Osimhen sovrasta Soyuncu e insacca alle spalle di Schmeichel. Rodgers lancia subito Vardy, ma è il Napoli a insistere. Rrahmani conclude alto su punizione calciata da Politano, poi Ndidi rimedia il rosso per somma di ammonizione. Finisce 2-2 ed è un punto d'oro per il Napoli che evita la sconfitta e dimostra personalità.

 

Il tabellino

LEICESTER (4-2-3-1): Schmeichel 6,5; Castagne 6, Vestergaard 5,5, Evans 6 (1’ st Soyuncu 5), Bertrand 5,5; Ndidi 6,5, Soumaré 6,5 (33’ st Maddison n.g.); Ayoze Pérez 6,5 (1’ st Tielemans 6,5), Barnes 7, Iheanacho 6,5 (43’ st Vardy n.g.); Daka 6 (26’ st Lookman 6). In panchina: Ward, Amartey, Thomas, Ricardo, Choudhury, Dewsbury-Hall, Albrighton. All.: Rodgers 6,5.

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina 6,5; Malcuit 5 (39’ st Juan Jesus  n.g.), Rrahmani 6, Koulibaly 6,5, Di Lorenzo 5,5; Fabian 6, Anguissa 6 (39’ st Petagna n.g.); Lozano 5,5 (19’ st Politano 6,5), Zielinski 5,5 (19’ st Elmas 6), Insigne 6 (29’ st Ounas n.g.); Osimhen 7,5. In panchina: Boffelli, Idasiak, Manolas, Zanoli. All.: Spalletti 6.

ARBITRO: Martins (Portogallo) 6

RETI: 9’ pt Ayoze Perez, 19’ st Barnes, 24’ st e 42’ st Osimhen

NOTE: ammoniti Ndidi, Soumaré, Di Lorenzo, Vestergaard, Soyuncu. Angoli 2-8. Recupero 2’ pt, 5’ st.

 

Ultimo aggiornamento: 23:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA