Assunta Legnante è ancora mondiale, a Dubai cala il poker

Venerdì 8 Novembre 2019
Assunta Legnante
DUBAI - Quarto titolo mondiale paralimpico per Assunta Legnante. La possente lanciatrice napoletana (41 anni), che risiede nelle Marche dal 2000, a Dubai ha confermato gli allori già conquistati a Lione (2013), Doha (2015) e Londra (2017) e ora proverà a cimentarsi martedì nella gara di lancio del disco, che non è la sua specialità ma in cui potrebbe comunque fare molto bene. 

Assunta Legnante regina d'Europa nel getto del peso paralimpico

Assunta Legnante, la lezione al bullo «Sono cieca, ma non sono stupida»

La gara del peso ha visto una Legnante costantemente oltre i 15 metri, con una punta di 15.83, non vicinissima al suo record mondiale paralimpico di 17,32, stabilito nel 2014, e comunque quasi un metro davanti all’uzbeka Burkhanova, che ha lanciato a 14,97. Ripresasi dopo un periodo poco felice, anche per alcuni infortuni, Assunta pensa ora  alle Paralimpiadi di Tokyo, dove punta al terzo oro dopo Londra e Rio de Janeiro.
«Sono contenta perché ho fatto la miglior gara della stagione - ha detto Assunta dopo la  vittoria - mi sono mancati i 16 metri ma ci sono andata vicina, comunque 15,83 è una bella misura. Il quarto titolo mondiale per la verità era d’obbligo visto che sono 7 anni che non perdo una gara. Ora c’è lo stimolo nuovo del disco, e sarà bellissimo perché siamo in cinque ad aver lanciato sopra i 35 metri e sarà  un garone».


© RIPRODUZIONE RISERVATA