Legnago con 17 giocatori positivi al Covid: si profila un altro rinvio per la Samb

Martedì 24 Novembre 2020
Un'occasione da rete durante Ravenna-Samb di domenica scorsa

SAN BENEDETTO - Resta sempre in dubbio la disputa della partita casalinga della Samb di domenica prossima, alle ore 15, contro il Legnago. Come è noto la formazione veneta è stata bersagliata dal Covid visto che le ultime due partite, quella con il Fano di sabato 14 novembre e quella di domenica scorsa contro l'Imolese, sono state rinviate a data da destinarsi.

 

La scorsa settimana la società veronese aveva sospeso l'attività agonistica della prima squadra, e quindi niente allenamenti di squadra ed individuali, in quanto erano stati registrati ben 17 casi positivi al Covid nel gruppo squadra. Per poter disputare una gara occorre che ci siano, come minimo, tredici giocatori negativi ed almeno un portiere, altrimenti il match viene rinviato a data da destinarsi. Entro giovedì se ne dovrebbe sapere di più sullo stato di salute dei giocatori positivi del Legnago e soprattutto se la squadra veneta riuscirà ad arrivare alla lista di tredici giocatori, compreso un portiere, che basta per poter disputare una partita. A meno che non sia la stessa società veneta a giocarsi il jolly e chiedere di non giocare alla Lega Pro. Come è noto, la Samb dovrà recuperare mercoledì 2 dicembre, alle ore 15, la sfida con l'Arezzo, in terra toscana, che lo scorso 11 novembre non si è disputata per il Covid che ha colpito buona parte della squadra di Camplone.


© RIPRODUZIONE RISERVATA