LegaPro in campo, l'Ancona a Carrara per restare in alto. Spagnoli dall'inizio

LegaPro in campo, l'Ancona a Carrara per restare in alto. Spagnoli dall'inizio
LegaPro in campo, l'Ancona a Carrara per restare in alto. Spagnoli dall'inizio
3 Minuti di Lettura
Martedì 29 Novembre 2022, 02:05

ANCONA I turni infrasettimanali, a tutti i livelli, escono dal consueto scenario delle previsioni. In Serie C, dove vien difficile parlare di rose numerose e di “turn over”, a fare la differenza possono essere due aspetti: la tenuta mentale e le scelte. In questo senso l’Ancona che oggi salirà in Toscana, nella tana di una Carrarese in piena zona playoff che precede in classifica proprio i dorici di una lunghezza, dovrà fare affidamento sul giusto mix tra personalità, astuzia e cinismo tenendo conto che la compagine guidata da mister Dal Canto non perde in casa dal 2 ottobre (0-2 con il Gubbio). Quello del “Dei Marmi” può essere considerato uno snodo importante per la truppa biancorossa di Gianluca Colavitto che, anzitutto, vuole riprendere a volare in “stile Cesena” dopo il pareggio interno con la Torres ma che vuole anche lanciare un segnale al campionato in vista di queste ultime sfide prima della sosta natalizia. E quale migliore circostanza di quella odierna, su un terreno di gioco impervio in grado di diventare un autentico acquitrino in caso di pioggia. Esattamente come successe la scorsa annata, proprio di questi tempi.  


Riecco Spagnoli dal 1’


Terminata la rifinitura a porte chiuse di ieri mattina al Del Conero, la squadra è partita verso il ritiro toscano che abbandonerà dopo il fischio finale. Bocche cucite e poche indicazioni sull’undici titolare che, a prescindere, vedrà il rientro dal primo minuto di Alberto Spagnoli. “Re Mida” ha già totalizzato nove gol in stagione, gli stessi di rinomati bomber quali Franco Ferrari (Vicenza), Claudio Santini (Rimini) e Pietro Iemmello (Catanzaro), ed è pronto a caricarsi ancora una volta l’Ancona sulle spalle. Proprio come avvenuto sabato quando il suo ingresso in campo, a meno di mezzo servizio causa le scorie del duro colpo subito a Cesena, ha evitato lo scivolone interno con la Torres. Insieme a lui, nel tridente offensivo del 4-3-3, fiducia a Di Massimo e Moretti. A centrocampo, scontata la squalifica, rientra Simonetti che insieme a Gatto e Prezioso comporrà la mediana. Mezzoni e Martina (in ballottaggio fino all’ultimo sulla sinistra con Brogni) saranno i terzini con la collaudata coppia centrale composta da Mondonico e De Santis. Tra i pali l’esperto Perucchini. Dall’altra parte mister Dal Canto deve far fronte ad un assenza molto pesante come quella di Dario D’Ambrosio, squalificato. 


Carrarese senza leader


Il fratello del più “noto” Danilo, senatore delle varie Inter di Spalletti, Conte e Simone Inzaghi, è il leader difensivo dei marmiferi e il suo vuoto non sarà facile da colmare. Nel 3-5-2 con cui si schiereranno i padroni di casa occhio alla verve di Alessandro Capello in avanti. L’ex Padova, Venezia ed Entella è già andato in rete sette volte e ha davanti a sé l’occasione di avvicinare proprio Spagnoli. In panchina, almeno inizialmente, l’attaccante Niccolò Giannetti uno che in passato ha vissuto anche i palcoscenici della Serie A con il Cagliari. Curiosità: nel centrocampo gialloblu le chiavi della regia saranno affidate ad Alessandro Mercati. Un anno fa, quando vestiva la maglia del Montevarchi, nel mercato di gennaio è stato molto vicino all’Ancona. Infine, saranno 70 i tifosi biancorossi presenti sugli spalti.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA