L'Ancona ci riproverà con il Modena
mentre la società resta in stand by

Da sinistra Fabiano Ranieri, Fabio Brini e Marco Cerminara
Da sinistra Fabiano Ranieri, Fabio Brini e Marco Cerminara
1 Minuto di Lettura
Lunedì 19 Settembre 2016, 19:38 - Ultimo aggiornamento: 20 Settembre, 18:36

ANCONA - L’Ancona ha iniziato a preparare sotto il diluvio la sfida casalinga di sabato contro il Modena, anticipata alle ore 14.30 in seguito alla richiesta del club dorico. La mancanza di campi da allenamento ha obbligato i biancorossi a lavorare a Offagna, dove effettueranno anche l’allenamento di domani mattina. Il problema maggiore di Brini riguarda il reparto avanzato, alle prese con la squalifica di Momentè (domani la sentenza del Giudice sportivo: si temono due turni di stop) e con l’infortunio di Voltan, out da una settimana a causa della distorsione al ginocchio sinistro. Migliorano invece le condizioni del difensore Kostadinovic, reduce da un problema alla caviglia destra. Considerato che le uniche punte disponibili saranno i classe ’97 Samb e Montagnoli, il tecnico di Porto Sant’Elpidio potrebbe rivoluzionare il 4-4-2 utilizzato nelle ultime due uscite oppure adattare uno degli esterni offensivi a seconda punta. Nei prossimi giorni si attende l’arrivo di un attaccante franco algerino,  che dovrebbe aggregarsi in prova per essere valutato dallo staff tecnico.
In stand by invece la situazione societaria, tra segnali contraddittori di segno opposto, che non trovano comunque conferme, l'unica ceretezza è che, alla metà di settembre, il futuro del club biancorosso in questo campionato già sembra a rischio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA