Buona la prima di Pirlo: tris della Juve contro la Sampdoria

Domenica 20 Settembre 2020

La nuova Juventus di Pirlo parte a tavoletta, mischiando nuovi sapori con antiche certezze. Il debutto con gol (al primo tiro in porta) di Kulusevski, l’esordio di McKennie, il baby Frabotta a sinistra preferito a De Sciglio sono tutte scelte - un po’ a sorpresa soprattutto le ultime due - di Pirlo, che però si affida anche agli automatismi rodati. La difesa a tre, che ha fatto le fortune di Conte prima e Allegri poi, un Chiellini in forma smagliante, la sentenza Ronaldo e un Ramsey ritrovato, stile Arsenal. Un po’ di nuovo e un po’ vecchio nella Juve già a immagine e somiglianza del suo allenatore. Tranquilla, quasi spensierata, in fiducia e di nuovo solida difensivamente. La difesa a tre rigettata a priori da Sarri può diventare l’arma in più di Pirlo, capace di modellarla in base ad avversari e momento della partita, all’occorrenza verso un 4-3-3 o un 3-4-3. Senza centravanti la Juve segna tre reti, la apre Kulusevski con un piattone di sinistro, Bonucci in mischia raddoppia nella ripresa e la chiude Ronaldo, dopo aver litigato con il pallone in almeno tre occasioni. C’è ancora parecchia strada da fare, ma la sensazione è che almeno le tessere disposte in campo da Pirlo siano tutte al posto giusto. Rabiot in regia, supportato da un McKennie a tutto campo e Ramsey incursore. Il nuovo centrocampo bianconero intriga e sembra piuttosto equilibrato. Juve ordinata, con le idee chiare, meno concentrata su schemi e possesso e fluida, nei movimenti e nel giro palla. Da segnalare un Kulusevski che merita la maglia da titolare (chissà quando tornerà Dybala e arriverà un centravanti come gestirà la situazione Pirlo), un McKennie straripante, una difesa di nuovo ad altissimi livelli e Ronaldo, che magari fatica per 85 minuti, ma alla fine ti piazza sempre la zampata vincente.

LA CRONACA

LE FORMAZIONI:
JUVENTUS (3-5-2):  Szczesny; Danilo, Bonucci, Chiellini; Cuadrado, Ramsey, Rabiot, McKennie, Frabotta; Kulusevski, Cristiano Ronaldo. Allenatore: Pirlo.
SAMPDORIA (4-4-2):  Audero; Bereszynski, Tonelli, Colley, Augello; De Paoli, Thorsby, Ekdal, Leris, Jankto; Bonazzoli. Allenatore: Ranieri.

Ultimo aggiornamento: 21 Settembre, 00:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA