Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Elkann e Allegri, il giorno dopo
"Tra le più belle emozioni della vita"

Elkann e Allegri, il giorno dopo "Tra le più belle emozioni della vita"
3 Minuti di Lettura
Giovedì 14 Maggio 2015, 15:45 - Ultimo aggiornamento: 15:48

TORINO - Il mondo bianconero della Juventus è al settimo cielo.

«È stata una partita bellissima, una delle più belle della mia vita. Ero a Madrid con mia moglie e i miei due figli maschi». Così John Elkann, presidente di Exor e Fca, commenta la qualificazione della Juventus alla finale della Champions League visitando gli stand del Salone del Libro di Torino. «È stato fantastico essere lì, vedere come siamo riusciti a superare il Real. Ora siamo in finale», ha aggiunto Elkann arrivando al Salone del Libro con i figli Oceano e Leone e con il padre, Alain Elkann.

VADO AL MAX

«È una storia bianconera da raccontare ai nostri figli quando saremo vecchi». Massimiliano Allegri racconta così, a JTv, la stagione della Juve, con la vittoria dello scudetto e la conquista della finale Champions. «Sono arrivato pensando a una stagione straordinaria, ma non pensavo di arrivare in fondo a tutte le competizioni». Poi. «In una partita secca può

succedere di tutto, fra un mese vedremo chi è nello stato migliore di forma», la speranza di Allegri, che rispondi ai suoi tifosi. «A questo punto della stagione c'è da mantenere la condizione cercando di arrivare al 6 giugno al top», aggiunge Allegri, che ai microfoni di Jtv ha ripercorso la stagione bianconera. «Abbiamo fatto un grande campionato - dice - dove la Juve è sempre stata in testa. Nel girone di ritorno abbiamo avuto due battute a vuoto, con Cesena e Parma. Contro il Parma ci poteva stare perchè ci stavamo giocando un quarto di Champions. Sono stati bravi i ragazzi a reagire. Ora ci sarà da lavorare per concludere un'annata in modo straordinario».

I VERTICI DELLA FIGC

«La Juventus è un'eccellenza italiana, aver conquistato la finale di Berlino rappresenta un risultato straordinario ed un valore positivo per il nostro calcio». Il presidente della Figc, Carlo Tavecchio, all'Adnkronos, loda così la Juventus. Il presidente della Federcalcio farà il tifo questa sera per le altre due compagini italiane impegnate in Europa League. «Adesso tifiamo tutti Napoli e Fiorentina, come Italia sarebbe bellissimo poter essere presenti anche a Varsavia», ha aggiunto Tavecchio.

Il calcio italiano può uscire dalla crisi grazie agli allenatori». Renzo Ulivieri, presidente dell'Assoallenatori (Aiac), tesse le lodi della categoria «in un periodo pieno di emozioni». «È stato speciale vedere la semifinale di Champions League tra Real Madrid e Juventus con due tecnici italiani in panchina. Ed è speciale una finale con una squadra italiana», dice Ulivieri, riferendosi alla doppia sfida che i bianconeri di Massimiliano Allegri si sono aggiudicati contro i blancos di Carlo Ancelotti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA