Festa a metà per la Juve: l'Atalanta pareggia allo Stadium e vede la Champions

Domenica 19 Maggio 2019

Al fischio finale festeggiano entrambe le squadre: l’Atalanta con una vittoria contro il Sassuolo all’ultima giornata conquisterà la Champions. La Juve celebrea ufficialmente l’ottavo Scudetto di fila. E’ una notte di emozioni e addii, sotto la pioggia dello Stadium. L’ultima di Barzagli e Allegri in bianconero, la prima di Ramsey (in tribuna), il ritorno di Buffon – celebrato e commosso prima del fischio d’inizio -, il primo Scudetto di Chiellini da capitano. Finisce un ciclo, si chiude l’avventura di Max Allegri allo Stadium dopo 5 anni e 11 trofei. All’intervallo c’è anche il meritato tributo per le Women di Rita Guarino, al termine di una stagione straordinaria chiuso con il double: campionato e Coppa Italia. Ma gli occhi sono tutti per Max, che riceve cori, applausi, uno striscione e pure una standing ovation, cose abbastanza rare da queste parti. Emozionato anche stavolta, prova a svicolare litigando per una manciata di minuti con il quarto uomo e con Gasperini a inizio ripresa, quando salirà in auto per lasciare lo stadio sarà per l’ultima volta. Mentre la Juve si commuove l’Atalanta non può permettersi passi falsi in chiave Champions e passa in vantaggio con Ilicic che sbuca sul secondo palo e lancia i suoi verso l’Europa. La Juve è in letargo, ma trova il pareggio con il primo gol del 2019 di Mandzukic, imbeccato da Cuadrado, sotto le gambe di Gollini. A questo punto le squadre si accontentano, ma l’Atalanta dovrà vincere a tutti i costi l’ultima contro il Sassuolo per staccare il pass Champions. Nel finale espulso Beranrdeschi e ancora gloria per Barzagli, che si concede un giro di campo trionfale dopo la sostituzione. Poi esplode la festa, tra giochi di luce e applausi scroscianti dello Stadium, fino alla prima Coppa Scudetto alzata da Chiellini, l’ultima di Max Allegri in panchina..

LA CRONACA

 

Ultimo aggiornamento: 20 Maggio, 00:03


© RIPRODUZIONE RISERVATA