L'Inter vince in rimonta al fotofinish contro la Fiorentina e azzera lo show di Ribery

Sabato 26 Settembre 2020
Lautaro

Non è proprio stata un’ottima idea quella di Beppe Iachini, che quando toglie Ribery – un giocatore immenso, ma è inutile ricordarlo – la Fiorentina crolla. Dimostrando che l’Inter resta pazza, nonostante questo non sia un aggettivo apprezzato da Antonio Conte. È una gara thriller. Perché segna subito Kouamé, approfittando di un pasticcio di Kolarov. L’Inter subisce, cerca di rifarsi e pareggia a pochi secondi dall’intervallo con Lautaro Martinez. Ed è ancora l’argentino a inizio ripresa a costringere Ceccherini all’autorete. I nerazzurri riescono così a ribaltare il risultato, ma dopo cinque minuti crollano. Ribery manda in rete prima Castrovilli e poi Chiesa. Iachini tira fuori Chiesa e il fuoriclasse francese, Conte manda in campo Hakimi, Sensi e Sanchez (oltre a Vidal e Nainggolan). Lukaku sbaglia due gol, ma non il 3-3. Fino al minuto 89: cross dal corner dell’attaccante cileno e gol di D’Ambrosio, uno dei peggiori in campo fino a quel momento. L’esterno sovrasta Vlahovic, che aveva sbagliato poco prima il 2-4. Conte esulta. Il suo campionato riparte da questa follia. Aspettando le ultime occasioni di mercato.

LA CRONACA

Le formazioni

INTER (3-4-1-2): Handanovic; D'Ambrosio, Bastoni, Kolarov; Young, Barella, Brozovic, Perisic; Eriksen, Lukaku, Lautaro. All: Conte

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Ceccherini, Milenkovic, Caceres; Chiesa, Bonaventura, Amrabat, Castrovilli, Biraghi; Ribery, Kouame. All: Iachini

Ultimo aggiornamento: 27 Settembre, 20:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA