Il Lecce ne fa 7, 2-2 esterni di Empoli e Venezia. Il Monza rimonta, Oddo rischia ancora

Sabato 21 Novembre 2020 di Vanni Zagnoli

Pomeriggio palpitante, in serie B, con tutte gare alle 14, buona scelta considerato che le temperature si abbassano.

Le 5 gare sono sorprendenti, per andamento, con l’imprevista vivacità del Pordenone, sconfitto dal Monza ai rigori in coppa Italia, sempre a Lignano Sabbiadoro, e subito a segno oggi e poi ancora pericoloso. Il pari nel secondo tempo è episodico, discusso ma convalidabile, perchè non c’è fuorigioco, su svirgolata neroverde. Non arriva il sorpasso dei brianzoli, la società di gran lunga più ricca, con Berlusconi, all’inseguimento di una serie A meritata più volte negli anni 70. 

Sul torneo incombe il grande potenziale offensivo del Lecce, spettacolare come spesso con Fabio Liverani, al di là della retrocessione, immeritata, e giunta per gli errori difensivi. Nella Reggiana debutta in serie B il portiere Venturi, colpevole sul primo gol e complice sul terzo. E’ tripletta per Massimo Coda, capocannoniere, in serie A aveva brillato nell’ultimo anno della presidenza Ghirardi, a Parma. Il 4-0 arriva su contropiede di Stepinski, il finale di 7-1 riporta ai sette gol subiti per due volte dal Sassuolo con l’Inter, dal Catania all’Olimpico, con la Roma di Spalletti.

Quella volta sulla panchina etnea c’era Pasquale Marino, in crescita oggi con la Spal. Doma il Pescara per 2-0, prima dell’intervallo gli abruzzesi avvicinano il pari, ci stava forse il rigore per una trattenuta di Salamon.

Il Cittadella resta un fattore, in serie B, capace di mettere paura anche alla capolista Empoli, grazie alla punizione da sinistra di Benedetti, la traiettoria è infida, c’è il sole, Brignoli è ora il miglior portiere della categoria ma viene ingannato, errore raro, per la sua reattività. Nella ripresa pareggio e vantaggio toscani, nel finale il tocco ravvicinato del 2-2 padovano e un’altra occasione clamorosa.

Equilibrio in Brescia-Venezia, Diego Lopez non convince mai appieno, di sicuro continua a essere chiamato dal presidente Cellino per simpatia, per il buon rapporto personale, le sue squadre mai entusiasmano davvero, certo sono equilibrate. Nel secondo tempo passano i lagunari, mai così forti, dall’unica salvezza moderna in serie A, con Novellino in panchina e Recoba in campo. Allo scadere anche qui arriva il 2-2, con Papetti, classe 2002, il più giovane della categoria.

L’8^ giornata.

Brescia-Venezia 2-2: 14’ Bisoli (B), 32’ Forte (V); st 9’ Forte, 50’ Papetti.

Cittadella-Empoli 2-2: 30’ Benedetti (C), st 24' Mancuso rig (E), 28' Olivieri (E), 47’ Gargiulo.

Lecce-Reggiana 7-1: pt 4’ e 20’ Coda, 37' Tachsidis; st 13’ Rozzio (R), 24' Falco, 30' Majer, 39' Calderoni.

Pordenone-Monza 1-1: 1’ Musiolik (P), 12’ st Maric.

Spal-Pescara 2-0: 28’ Salamon, 49’ st Sebastiano Esposito.

Vicenza-ChievoVerona: rinviata per i positivi al covid fra i biancorossi.

Domani, su Dazn e radioRai1: alle 15 Ascoli-Entella, dalle 21 Reggina-Pisa. Lunedì, alle 21, Salernitana-Cremonese.

Classifica: Empoli 17, Lecce e Spal 15; Salernitana, Chievo e Venezia 14, Frosinone 13, Cittadella 11; Monza 10, Brescia e Pordenone 9, Cosenza 8, Reggina e Reggiana 7, Vicenza 6; Ascoli, Pisa, Entella e Pescara 4; Cremonese 3.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 16:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA