GP Spagna, LIVE: Strepitosa vittoria di Hamilton e della Mercedes, Ferrari quarta

Domenica 9 Maggio 2021 di Massimo Costa
GP Spagna, LIVE

Quando non hai la monoposto ancora perfetta, devi inventarti qualcosa di diverso per battere il tuo avversario. E la Mercedes in questo è spesso imbattibile. Se poi disponi anche del miglior pilota al mondo, allora tutto diventa più semplice. La Mercedes ha reagito prontamente quando ha capito che Lewis Hamilton non sarebbe riuscito a superare la Red Bull-Honda di Max Verstappen. Mancavano quei 2-3 decimi per potergli prendere completamente la scia nel lungo rettifilo di arrivo e tentare l'attacco alla prima curva. Ma l'olandese è stato a sua volta gigantesco, dopo una grande partenza che lo ha portato in prima posizione con una splendida manovra alla staccata iniziale, nel mantenere quel piccolo vantaggio in più, evitando che Hamilton potesse sfruttare al meglio il DRS.

Ecco allora la decisione del box Mercedes. Richiamare Lewis, montargli gomme medie per la seconda volta e tentare un inseguimento folle. Il sette volte campione del mondo è stato d'accordo e al 42° giro (il primo pit era avvenuto alla tornata 28) ha infilato la pit-lane per tentare questa impresa. Nel frattempo, la Red Bull non ha reagito, consegnandosi alla Mercedes e ad Hamilton.

Rientrato in pista, l'inglese aveva 22"6 da recuperare su Verstappen con 23 giri da completare. Il team principal Red Bull, Christian Horner, si è giustificato affermando che la W12 era troppo veloce, ma fino al 42° giro le cose non erano proprio così. L'impressione è che dal box Red Bull abbiano sopravvalutato la resa delle gomme medie che Verstappen aveva montato al giro 24. Tanto che a Max hanno comunicato che Hamilton lo avrebbe raggiunto all'ultimo passaggio, Quindi, con la possibilità di difendersi. Calcoli completamente sbagliati perché Hamilton ha preso Verstappen al 59° passaggio sui 66 in programma, superandolo di slancio alla prima curva.

Verstappen è stato al livello di Hamilton e l'unica risposta che ha potuto dare è stata quella di prendersi il giro veloce, che vale 1 punto, montando gli pneumatici soft nel finale. Adesso la situazione è di tre vittorie a una per Hamilton e 14 punti di vantaggio su Verstappen. La Mercedes sta facendo progressi evidenti, ma ancora se la gioca al decimo con la Red Bull ed è bene che Adrian Newey e compagnia bella della Red Bull trovino qualche soluzione per non perdere totalmente il vantaggio che avevano a inizio stagione.

Il terzo gradino del podio è andato a Valtteri Bottas, salito anche al terzo posto in campionato. Ma la gara del finlandese, ancora una volta è stata sotto tono, tanto che si è fatto subito sorprendere in curva 3 dalla Ferrari di Charles Leclerc che poi in pista non è riuscito a superare fino al primo pit-stop. Deludente. Notevole la gara del team italiano, con il pilota monegasco che si è espresso su livelli assoluti per tutti i 66 giri svolti. Per la Ferrari, la quarta posizione di Leclerc è il secondo miglior risultato 2021 dopo lo stesso piazzamento di Imola. Carlos Sainz ha concluso settimo una corsa in sofferenza per una partenza non perfetta. Ma lo spagnolo si è ben difeso ed ha compiuto ottimi sorpassi portando punti importanti per la classifica costruttori che ora vede la Ferrari sempre quarta, ma a meno 5 lunghezze dalla McLaren-Mercedes.

Sergio Perez non è riuscito a far meglio della quinta posizione con la seconda Red Bull. Rimanere dietro ad una Ferrari, certamente meno competitiva, non è una buona cosa per il messicano, già in difficoltà in qualifica per un forte dolore alla spalla. La McLaren non è stata brillante come in Portogallo. Lando Norris questa volta ha subìto il ritorno di un ottimo Daniel Ricciardo, buon sesto, mentre il giovane inglese ha concluso ottavo. Ci si aspettava di più dalla Alpine-Renault dopo il bel quinto posto in qualifica di Esteban Ocon.

Il francese ha invece terminato nono mentre Fernando Alonso è parso il lontano parente di quel pilota che in gara faceva sfracelli, subendo diversi sorpassi e finendo lontano dalla top 10 dopo aver consumato troppo le gomme, fatto che lo ha costretto a un pit-stop negli ultimi giri. Il punticino del decimo posto è andato a Pierre Gasly con l'Alpha Tauri-Honda, ritirato per problema tecnico Yuki Tsunoda. Male l'Alfa Romeo, che tra l'altro stava per montare ad Antonio Giovinazzi una gomma... sgonfia. Tanto tempo perso, come spesso accade a questa squadra nel corso dei pit-stop. Fuori dai punti l'Aston Martin-Mercedes nonostante la bella gara di Lance Stroll, autore di uno splendido sorpasso su Alonso, e di Sebastian Vettel. 

Domenica 9 maggio 2021, gara

1 - Lewis Hamilton (Mercedes) - 66 giri
2 - Max Verstappen (Red Bull-Honda) - 15"841
3 - Valtteri Bottas (Mercedes) - 26"610
4 - Charles Leclerc (Ferrari) - 54"616
5 - Sergio Perez (Red Bull-Honda) - 1'03"671
6 - Daniel Ricciardo (McLaren-Mercedes) - 1'13"768
7 - Carlos Sainz (Ferrari) - 1'14"670
8 - Lando Norris (McLaren-Mercedes) - 1 giro
9 - Esteban Ocon (Alpine-Renault) - 1 giro
10 - Pierre Gasly (Alpha Tauri-Honda) - 1 giro
11 - Lance Stroll (Aston Martin-Mercedes) - 1 giro
12 - Kimi Raikkonen (Alfa Romeo-Ferrari) - 1 giro
13 - Sebastian Vettel (Aston Martin-Mercedes) - 1 giro
14 - George Russell (Williams-Mercedes) - 1 giro
15 - Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo-Ferrari) - 1 giro
16 - Nicholas Latifi (Williams-Mercedes) - 1 giro
17 - Fernando Alonso (Alpine-Renault) - 1 giro
18 - Mick Schumacher (Haas-Ferrari) - 2 giri
19 - Nikita Mazepin (Haas-Ferrari) - 2 giri

Ritirato
Yuki Tsunoda

Il campionato piloti
1.Hamilton 94; 2.Verstappen 80; 3.Bottas 47; 4.Norris 41; 5.Leclerc 40; 6.Perez 32; 7.Ricciardo 24; 8.Sainz 20; 9.Ocon 10; 10.Gasly 8; 11.Stroll, Alonso 5; 13.Tsunoda 2.

Il campionato costruttori
1.Mercedes 141; 2.Red Bull-Honda 112; 3.McLaren-Mercedes 65; 4.Ferrari 60; 5.Alpine-Renault 15; 6.Alpha Tauri-Honda 10; 7.Aston Martin-Mercedes 5.

Finale - Vittoria strepitosa di Hamilton davanti a Verstappen Bottas Leclerc Perez Ricciardo Sainz Norris Ocon Gasly (che arrivano in volata), poi Stroll Raikkonen Vettel Russell Giovinazzi Latifi Alonso Schumacher Mazepin

Ultimo giro - Hamilton vola verso una grande vittoria da dividere con la strategia coraggiosa e perfetta della Mercedes

Gasly entra in zona punti superando Stroll

62° giro - Verstappen si prende il giro più veloce e Alonso va ai box per montare gomme soft

61° giro - Hamilton +25" Verstappen + 32"2 Bottas +54"7 Leclerc +66"3 Perez +71"3 Ricciardo + 72"3 Sainz poi Norris Ocon Stroll Gasly Raikkonen Alonso che perde posizioni, poi Vettel Russell Giovinazzi Latifi Schumacher e Mazepin

Bagarre per il decimo posto con Alonso Stroll Raikkonen Gasly Vettel vicinissimi

60° giro - Verstappen va ai box per montare gomme soft e tentare almeno di strappare il punto del giro veloce 

59° giro - Hamilton passa all'esterno della prima curva Verstappen e va in testa al GP

Attenzione, Hamilton ha raggiunto Verstappen

58° giro - Secondo pit per Leclerc, che ha un buon vantaggio su Perez e non vuole correre rischi

57° giro su 66 - Perez va per il secondo pit-stop e monta gomme soft per cercare il giro veloce e dare alla Red Bull 1 punto

Hamilton è un fulmine e si porta a 3" da Verstappen

56° giro su 66 - Bottas strappa il terzo posto a Leclerc

55° giro su 66 - Bottas ha raggiunto Leclerc

Giro più veloce di Hamilton, due secondi più rapido di Verstappen

54° giro su 66 - Verstappen vede Hamilton a 8"3, Leclerc sale terzo ed ha 4"2 su Bottas che però con gomme soft recupererà forte

53° giro - Secondo pit-stop per Bottas, gomme soft

Ricciardo ha passato Ocon (una sola sosta) e viene superato anche da Sainz, ora settimo

52° giro - Secondo pit-stop per Norris che rientra con le soft

Hamilton ha raggiunto Bottas, secondo, e si dovrà fare da parte. Ma il finlandese non lo facilita

Bel sorpasso di Sainz su Norris (che però ha una sola sosta) per la ottava posizione

50° giro su 66 - Hamilton si porta a 12"8 da Verstappen

48° giro - Secondo pit-stop per Gasly, gomme soft

47° giro - Hamilton, terzo, riduce a 15"3 il distacco da Verstappen

46° giro - Secondo pit-stop per Ricciardo e Sainz, gomme soft per entrambi

45° giro - Perez supera Ricciardo e conquista la quinta posizione

Hamilton gira un secondo più veloce di Verstappen, ora è a 20" con 20 giri al traguardo

A questo punto, la situazione vede Verstappen davanti a Bottas di 10"5, Hamilton è a 22"6, poi Leclerc Ricciardo Perez Sainz Ocon Norris Alonso Gasly Russell Latifi Stroll Raikkonen Vettel Schumacher Giovinazzi Mazepin

42° giro - Scelta sorprendente della Mercedes che richiama ai box Hamilton per montare gomme medie

41° giro - Secondo pit-stop anche per Stroll che riparte con gomme soft

40° giro - Lotta tra Ricciardo e Perez per la quinta posizione

Verstappen riesce a tenere alla giusta distanza Hamilton affinché non riesca a sfruttare al meglio il DRS

39° giro - secondo pit-stop per Vettel che monta gomme soft

Pit-stop per Raikkonen che era partito con gomme medie ed ha resistito 38 giri. Ora rientra con le soft

37° giro - Norris passa Raikkonen per la nona piazza, Latifi ha ragione di Giovinazzi per la 16esima

Bravo Verstappen ad aumentare il passo e guadagna un paio di decimi al giro 36

Hamilton ha raggiunto Verstappen, 7 decimi tra di loro

Hamilton è scatenato e segna giri veloci uno dopo l'altro e si porta a 1"8 da Verstappen

30° giro - Verstappen +3"3 Hamilton +7"2 Bottas +19"4 Leclerc +28"4 Ricciardo +29"0 Perez +32"5 Sainz +34"5 Raikkonen che ancora non ha cambiato le gomme, poi Ocon Norris Stroll Alonso Vettel Gasly che ha superato Giovinazzi, Russell Latifi Schumacher Mazepin

Giovinazzi viene superato da Alonso e poi da Vettel ed è attaccato anche da Gasly

Leclerc perde con la sosta il terzo posto a vantaggio di Bottas

28° giro - Pit-stop per Hamilton e Leclerc, Verstappen torna in testa. Forse Hamilton è rimasto in pista un giro di troppo perdendo secondi importanti

27° giro - Pit-stop per Perez che rientra ottavo, davanti a Sainz, con le gomme medie

Il replay evidenzia come il pit-stop di Verstappen non sia stato dei più veloci

Verstappen stampa un giro veloce in 1'21"411 mentre Hamilton gira in 1'23"664

Hamilton comanda con 9"3 su Leclerc e 19"3 su Verstappen, poi Perez Bottas Raikkonen Russell Ricciardo Latifi Sainz Giovinazzi Ocon Norris Stroll Alonso Vettel Gasly Schumacher Mazepin

25° giro . Ai box Ricciardo per le gomme medie

Verstappen viene fatto passare con facilità dal compagno di squadra Perez ed è quinto

Momento importante perché Hamilton con quel mezzo secondo guadagnato può ritrovarsi al comando quando farà il suo pit-stop

24° giro - Verstappen ai box per le gomme medie

Hamilton aumenta il passo e prende Verstappen, mezzo secondo il divario

23° giro - Pit-stop per Bottas Ocon Norris, tutti montano le gomme medie. Anche Schumacher ai box

Bel sorpasso di Vettel su Gasly per la 17esima posizione

22° giro - Pit-stop per Sainz e Stroll, entrambi ripartono con pneumatici medi

21° giro - Pit-stop per Alonso e Vettel che montano gomme medie

Verstappen gestisce bene il secondo di vantaggio su Hamilton, che però non molla un metro. Leclerc gira mediamente 4 decimi più lento dei due battistrada e riesce a tenersi dietro Bottas. Ai box Gasly che sconta la penalità di 5" e cambia gomme montando le medie

Giovinazzi scavalca anche Schumacher ed è 17esimo

15° giro - Verstappen +1"1 Hamilton +5"4 Leclerc +6"6 Bottas +11"3 Ricciardo +12"6 Perez +14"7 Ocon +15"9 Sainz +18"2 Norris +20"1 Stroll poi Alonso Vettel Gasly Raikkonen Russell Latifi Schumacher Giovinazzi che ha passato Mazepin

Nelle retrovie, Latifi passa Schumacher per il 16esimo posto

Sainz prende la scia di Ocon sul rettifilo di arrivo ma non riesce a passarlo

12° giro - Tra Verstappen e Hamilton solo 8 decimi, Leclerc terzo è a 3"5 ed ha 7 decimi su Bottas. Seguono Ricciardo Perez Ocon Sainz Norris Stroll Alonso Vettel Gasly Raikkonen Russell Schumacher Latifi Mazepin Giovinazzi 

Penalità di 5" per Gasly (13esimo) per posizionamento errato in griglia di partenza

9° giro - La gara riparte, davanti nessun sorpasso, ma una grande manovra la compie Stroll su Alonso per la decima posizione

Ai box le due Williams con Russell e Latifi che montano gomme medie

Safety-car, entra ai box Giovinazzi ma nel box Alfa Romeo si ritrovano con la gomma anteriore destra da montare completamente sgonfia. E ancora una volta il pilota italiano è penalizzato da una sosta ai box...

Russell intanto ha superato Schumacher

7° giro - Tsunoda è fermo, macchina spenta, alla curva 10 e probabilmente entrerà la safety-car

Bell'avvio di Schumacher che in partenza ha guadagnato due posizioni ed è 17esimo davanti a Russell e dietro a Tsunoda

5° giro - Il divario tra Verstappen e Hamilton si riduce a 1"4, Leclerc terzo è a 7"9 e tiene Bottas a 1". A 10"7 Ricciardo che tiene a bada Perez Ocon Sainz Norris e Alonso

4° giro - Hamilton segna il giro più veloce mentre Bottas incredibilmente non riesce ad avere ragione di Leclerc, ora a 7"2 dal leader Verstappen

Verstappen allunga incredibilmente su Hamilton che pare stordito dal sorpasso subìto e si trova a 1"7. Leclerc ha già perso terreno ed è a 4"4, ma tiene dietro Bottas. Quinto Ricciardo che precede Perez Ocon Sainz Norris Alonso Stroll Vettel Gasly Raikkonen Giovinazzi Schumacher Tsunoda Russell Latifi Mazepin

Bella partenza di Verstappen che brucia Hamilton mentre Leclerc alla curva 3 passa di forza Bottas e si porta in terza posizione. quarto Ricciardo poi Perez Ocon Sainz Norris Alonso in top 10

Via al giro di ricognizione. Solo un pilota non parte con gomme soft. E' Raikkonen che scatta con Pirelli medie.

Sono ancora loro due, Lewis Hamilton con la Mercedes e Max Verstappen con la Red Bull-Honda (che oggi festeggia i 100 Gran Premi disputati in F1 proprio mentre ieri l'inglese ha colto le 100 pole in carriera) a tenere alta l'attenzione. Molto, sul circuito di Montmelò, 30 km a nord di Barcellona, si deciderà alla prima curva dopo il via. Il tracciato catalano infatti, non offre molti punti per il sorpasso. Verstappen, che parte al fianco di Hamilton, farà di tutto per imboccare per primo la variante iniziale, ma attenzione anche a Valtteri Bottas che scatta dalla terza piazzola della seconda fila. Il finlandese infatti, potrà trarre grande vantaggio dalla scia che prenderà nel lungo rettifilo che porta alla prima curva e non è escluso che possa addirittura prendere la testa della corsa. Buoni propositi li coltiva anche la Ferrari, con uno splendido Charles Leclerc quarto in griglia di partenza, mentre Carlos Sainz è in terza fila, sesta piazza. Tra le due Rosse, c'è l'Alpine-Renault di Esteban Ocon, vettura sempre più competitiva. La Ferrari dovrà fare attenzione anche alle due McLaren-Mercedes di Daniel Ricciardo (settimo) e Lando Norris (nono), mentre si prevede che Sergio Perez, con la seconda Red Bull-Honda, solo ottavo in qualifica per un problema alla spalla, possa recuperare abbastanza velocemente.

Ultimo aggiornamento: 11 Maggio, 14:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA