Gp Monza, Leclerc in pole position: battuto Verstappen. I tifosi Ferrari in delirio

La griglia di partenza del Gp d'Italia condizionata dalle numerosi penalità

Gp Monza, Leclerc in pole position: battuto Verstappen. Tifosi Ferrari in delirio
Gp Monza, Leclerc in pole position: battuto Verstappen. Tifosi Ferrari in delirio
4 Minuti di Lettura
Sabato 10 Settembre 2022, 17:01 - Ultimo aggiornamento: 11 Settembre, 13:49

Una pole che ci voleva. Per la Ferrari, per Charles Leclerc, per i tifosi, per Monza. E per dimenticare una estate difficile in cui il team di Maranello ha perso il contatto nella classifica iridata con la Red Bull di Max Verstappen. Nella qualifica, Leclerc non ha concesso scampo al rivale olandese. Nel primo tentativo, è stato Carlos Sainz a realizzare il miglior tempo in 1'20"584 davanti a Leclerc in 1'20"770 e Verstappen in 1'20"859. Ma nel giro finale, Leclerc ha abbassato i propri riferimenti cronometrici in ognuno dei tre settori bloccando il tempo sul 1'20"161, togliendo ben 6 decimi al suo precedente tempo.

 

La griglia di partenza

Anche Verstappen ha spinto forte tirando via mezzo secondo, ma non è bastato ed ha chiuso in 1'20"306. Il campione del mondo in carica però, non partirà dalla prima fila avendo cinque posizioni di penalità e dunque sarà in quarta fila, settima piazzola. Una bella occasione per Leclerc e per la Ferrari, anche se nell'aria rimane il dubbio su come sarà il rendimento in gara della F1-75 dopo le non esaltanti prestazioni di Spa e Zandvoort.

Sainz, che aveva iniziato la Q3 in maniera brillante, dall'1'20"584 si è portato sul tempo finale di 1'20"429. Non ha quindi migliorato granché rispetto a Leclerc e Verstappen e si è ritrovato terzo. Poco male, Sainz partirà dal fondo griglia per il cambio della power unit, sorte che spetta anche a Lewis Hamilton, quinto nel Q3 davanti al compagno in Mercedes George Russell. Sergio Perez, quarto in 1'21"359, a ben un secondo dal compagno Verstappen, sconta invece dieci posizioni di penalità e scatterà dalla settima fila.

Dunque, come sarà lo schieramento di partenza? A trarne beneficio è Russell che da sesto si ritrova in prima fila mentre alle sue spalle si posizioneranno le due McLaren-Mercedes di Lando Norris e Daniel Ricciardo, quest'ultimo finalmente sul livello del compagno di squadra. Salto in avanti anche per Pierre Gasly e Fernando Alonso, che non ha segnato alcun tempo in Q3 risparmiando le gomme, i quali divideranno la terza fila.

Verstappen da settimo fa comunque paura. Non dovrebbe avere troppi problemi, grazie ai lunghi rettifili monzesi, nel superare Alonso, Gasly, Ricciardo, Norris e Russell (in questo caso rimane il dubbio su quale sia la reale competitività della Mercedes), per poi lanciarsi all'inseguimento di Leclerc, che immaginiamo possa battere al via Russell. Sarà senza dubbio una gara divertente, veloce come sempre nel GP d'Italia, e importante sarà anche la strategia relativa all'impiego delle gomme. E sarà anche interessante assistere al recupero di Sainz e Hamilton dal fondo e di Perez.

La qualifica ci ha proposto una Sauber Alfa Romeo-Ferrari piuttosto rapida rispetto alle ultime prove, ma Valtteri Bottas che è risultato 12esimo ha 15 posizioni di penalità come Kevin Magnussen. Ne sconta 5 Esteban Ocon, 10 Mick Schumacher. Difficile al momento comporre una griglia di partenza definitiva. Bravo nella sua prima qualifica in F1 Nyck De Vries, sostituto di Alexander Albon colpito da appendicite stamane e subito operato d'urgenza. L'olandese, 27 anni, ha segnato il 13esimo tempo battendo subito il compagno di squadra Nicholas Latifi che non ha superato il Q1. Con tutte le penalità, De Vries potrebbe (usiamo il condizionale) partire dalla quarta fila assieme al connazionale Verstappen. Brutta qualifica per la Aston Martin e la Haas, sempre più in difficoltà.

Sabato 10 settembre 2022, qualifica
 
1 - Charles Leclerc (Ferrari) - 1'20"161 - Q3
2 - Max Verstappen (Red Bull-Honda) - 1'20"306 - Q3
3 - Carlos Sainz (Ferrari) - 1'20"429 - Q3
4 - Sergio Perez (Red Bull-Honda) - 1'21"206 - Q3
5 - Lewis Hamilton (Mercedes) - 1'21"524 - Q3
6 - George Russell (Mercedes) - 1'21"542 - Q3
7 - Lando Norris (McLaren-Mercedes) - 1'21"584 - Q3
8 - Daniel Ricciardo (McLaren-Mercedes) - 1'21"925 - Q3
9 - Pierre Gasly (Alpha Tauri-Honda) - 1'22"648 - Q3
10 - Fernando Alonso (Alpine-Renault) - no time - Q3
11 - Esteban Ocon (Alpine-Renault) - 1'22"130 - Q2
12 - Valtteri Bottas (Sauber Alfa Romeo-Ferrari) - 1'22"235 - Q2
13 - Nyck De Vries (Williams-Mercedes) - 1'22"471 - Q2
14 - Guan Yu Zhou (Sauber Alfa Romeo-Ferrari) - 1'22"577 - Q2
15 - Yuki Tsunoda (Alpha Tauri-Honda) - no time - Q2
16 - Nicholas Latifi (Williams-Mercedes) - 1'22"587 - Q1
17 - Sebastian Vettel (Aston Martin-Mercedes) - 1'22"636 - Q1
18 - Lance Stroll (Aston Martin-Mercedes) - 1'22"748 - Q1
19 - Kevin Magnussen (Haas-Ferrari) - 1'22"908 - Q1
20 - Mick Schumacher (Haas-Ferrari) - 1'23"005 - Q1

© RIPRODUZIONE RISERVATA