Girone B fatto in attesa del calendario: ecco le avversarie delle cinque marchigiane

Martedì 15 Settembre 2020
La Samb durante la preparazione al campionato

ANCONA - Cinque emiliano-romagnole e tre venete, due umbre e due lombarde, una toscana, più la bolzanina Sudtirol e la giuliana Triestina. Un po' in ritardo sulla tabella di marcia, ma comunque in tempo utile per lo start del 27 settembre, sono uscite le compagne di viaggio di Fano, Fermana, Matelica, Samb e Vis Pesaro. Un girone, il B della Serie C 2020-2021, che ricalca alla perfezione le anticipazioni dei giorni scorsi. Rispetto allo scorso torneo, quello interrotto per pandemia e poi ripreso solo a livello di post season, non c'è più il Piacenza, scalato a nord nel primo raggruppamento come da richiesta propria. C'è invece l'Arezzo, che pare volesse fare il percorso inverso, e c'è il Mantova che ha vinto il rispettivo girone di D, oltre ai veronesi del Legnago Salus che sono stati promossi al posto della rinunciataria Campodarsego. Verona, intesa come città, che avrà ancora una terza squadra professionistica all'interno dei confini comunali, ovvero la Virtusvecomp dell'highlander Gigi Fresco: è allenatore e presidente addirittura dal 1982. Se Carpi e Modena rappresenteranno l'Emilia, Cesena, Imolese e Ravenna (riammesso) proveranno a tenere alti i colori della vicina Romagna, mentre il blasonato Perugia - appena sceso dalla B - aumenterà a due il manipolo di umbre, affiancandosi al Gubbio. I gardesani della Feralpisalò, il Padova, il Sudtirol e la Triestina completano un girone B di assoluto livello, che domani conoscerà tutte le giornate con il sorteggio del calendario che andrà in onda, in diretta su Raisport, dalle 17 nella sede della Lega Pro, il cui direttivo ha scelto Bisceglie e Foggia per rimpiazzare le escluse Picerno e Bitonto. Una decisione che ha scontentato Rende e Pianese che contavano di far parte del mondo dei pro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA