Giro d'Italia 2023, finale ai Fori Imperiali di Roma: come sarà l'edizione 2023 che parte dall'Abruzzo. Una tappa arriva a Fossombrone

Giro d'Italia, finale ai Fori Imperiali di Roma: come sarà l'edizione 2023 che parte dall'Abruzzo
Giro d'Italia, finale ai Fori Imperiali di Roma: come sarà l'edizione 2023 che parte dall'Abruzzo
4 Minuti di Lettura
Lunedì 17 Ottobre 2022, 18:42 - Ultimo aggiornamento: 19:01

ROMA - Anche qualche tonalità di Marche nel Giro d'Italia edizione 2023. Dall'affascinante partenza in Abruzzo, sulla pista ciclabile della Costa dei Trabocchi, al finale show a Roma ai Fori Imperiali ed anche un po' di Marche con l'arrivo dell'ottava tappa - in programma sabato 13 maggio - a Fossombrone in una frazione considerata da tanti (la partenza da Terni) ostica sotto tanti punti di vista. Ecco comunque il percorso completo della 106esima edizione del Giro.

LA NUOVA EDIZIONE DEL GIRO

Conterrà tre frazioni a cronometro, sette arrivi in salita e otto tappe per velocisti. La corsa, in programma dal 6 al 28 maggio 2023, avrà anche uno sconfinamento in Svizzera, dove sui 2.469 metri del Gran San Bernardo è posta la Cima Coppi.

LE TAPPE

La prima tappa sarà una cronometro individuale per assegnare la Maglia Rosa. Dopo una settimana più tranquilla, il primo arrivo sopra quota 2.000 sarà posto sul Gran Sasso, la Cima Pantani. Poi il gruppo dovrà affrontare i muri marchigiani per raggiungere il traguardo di Fossombrone. Sarà una giornata impegnativa, una di quelle che potrebbe anche lasciare qualche segno in classifica.

La seconda cronometro sarà ancora dedicata agli specialisti: 33,6 km tra Savignano sul Rubicone e Cesena. Da lì si deciderà il Giro. Il tappone alpino di Crans Montana, con due ascese sopra i 2.000 metri, sarà il primo test per gli uomini che puntani alla classifica e alla maglia rosa. L'ultima settimana come spesso accade nel Giro d'Italia sarà molto impegnativa: il Monte Bondone con punte al 15% scremerà sicuramente il gruppo; la frazione con l'arrivo in Val di Zoldo sarà breve (160) ma intensa (3.700 metri di dislivello); da Longarone (a 60 anni dalla tragedia del Vajont) partirà il tappone dolomitico con arrivo alle Tre Cime di Lavaredo, frazione infernale con 5.400 metri di dislivello e cinque asperità; l'ultima fatica sarà la cronoscalata del Monte Lussari, con tratti al 22%. Infine, la passerella ai Fori Imperiali della Città Eterna.

IL PERCORSO COMPLETO

1/a tappa, sabato 6 maggio: Costa dei Trabocchi  Fossacesia Marina - Ortona, 18.4 km


2/a tappa, domenica 7 maggio: Teramo - San Salvo, 204 km


3/a tappa lunedì 8 maggio: Vasto - Meli, 210 km


4/a tappa, martedì 9 maggio: Venosa - Lago Laceno, 184 km


5/a tappa, mercoledì 10 maggio: Altripalda - Salerno, 172 km


6/a tappa, giovedì 11 maggio: Napoli - Napoli, 156 km


7/a tappa, venerdì 12 maggio: Capua - Gran Sasso d'Italia (Campo Imperatore), 218 km


8/a tappa, sabato 13 maggio: Terni - Fossombrone, 207 km


9/a tappa, domenica 14 maggio: Savignano sul Rubicone - Cesena (Technogym Village) ITT, 33.6 km


10/a tappa, martedì 16 maggio: Scandiano - Viareggio, 190 km


11/a tappa, mercoledì 17 maggio: Camaiore - Tortona, 218 km


12/a tappa, giovedì 18 maggio: Bra - Rivoli, 179 km


13/a tappa, venerdì 19 maggio: Borgofranco d'Ivrea - Crans Montana, 208 km


14/a tappa, sabato 20 maggio: Sierre - Cassano Magnago, 194 km


15/a tappa, domenica 21 maggio: Seregno - Bergamo, 191 km


16/a tappa, martedì 23 maggio: Sabbio Chiese - Monte Bondone, 198 km


17/a tappa, mercoledì 24 maggio: Pergine Valsugana - Caorle, 192 km


18/a tappa, giovedì 25 maggio: Oderzo - Val di Zoldo, 160 km


19/a tappa, venerdì 26 maggio: Longarone - Tre Cime di Lavaredo (Rif. Auronzo), 182 km


20/a tappa, sabato 27 maggio: Tarvisio - Monte Lussari ITT, 18.6 km


21/a tappa, domenica 28 maggio: Roma - Roma, 115 km.

© RIPRODUZIONE RISERVATA