Formula Uno, GP 70 a Silverstone: esuberante Bottas, da piangere Ferrari e Alfa Romeo LE PAGELLE DELLE QUALIFICHE

Sabato 8 Agosto 2020 di Piergiorgio Bruni
Lewis Hamilton su Mercedes

Le qualifiche del Gran Premio 70 Anniversario di Formula 1 sul circuito di Silverstone, in Gran Bretagna. Bottas ha conquistato la pole. Le pagelle: 

UP

BOTTAS – Festeggia il rinnovo del contratto con la Mercedes mettendo a segno una bellissima pole. Rubata, ovviamente, al suo compagno di squadra per una manciata di attimi. Lunga vita a chi combatte il cannibale Hamilton. ESUBERANTE

RICCIARDO – Il vecchio Daniel alla fine riesce a regalarsi un pomeriggio sotto i riflettori. Con una Mercedes aliena, piazzarsi quinto è davvero una prestazione galattica. E lui ama vivere tra stelle e pianeti. SOLARE

HULKENBERG – La scorsa settimana ha ripreso confidenza con una F1 in pista, stavolta non c’ha pensato un istante prima di piazzare la zampata. La seconda fila è una performance quasi inimmaginabile, perciò di altissimo livello. IMBUCATO

GASLY – Si assicura il settimo posto mettendosi alle spalle Leclerc e spingendo la sua AlphaTauri ben oltre le speranze della vigilia. Piano piano sta crescendo e, probabilmente, comincia a far gola ad alcune scuderie importanti. NOTEVOLE

DOWN

 ALBON – Neppure quando la fifa fa 90 e le voci che lo vedono sempre più lontano dalla Red Bull riescono a smuoverlo. La reazione d’orgoglio, almeno in qualifica, non c’è stata. Vediamo domani in gara. MALINCONICO

VETTEL – Fa parecchio male vederlo patire nelle retrovie. Pure il secondo weekend britannico gli regala un pieno di amarezze e dubbi. La macchina arranca maledettamente e lui ne è la vittima più illustre. ABBATTUTO
    
SAINZ JR – L’eliminazione in Q2 è una bella ombra sulla sua recente escalation professionale. Il prossimo impiego in Ferrari lo porta sempre a voler dimostrare qualcosa più degli altri, il che non è sempre una buona idea. RABBUIATO

FERRARI & ALFA ROMEO – Se questo deve essere il livello prestazionale del 2020, meglio lasciar perdere e volare direttamente al 2022. E’ struggente vederle così in basso. Da far piangere, se ci fossero ancora lacrime. INQUALIFICABILI

Ultimo aggiornamento: 17:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA