Si va verso il format 8x8: marchigiane con le abruzzesi, Senigallia invece emigra

Mercoledì 18 Novembre 2020
Marco Giacomini, 26 anni, playmaker della Goldengas Senigallia

ANCONA - La Fip domani si esprime sulla revisione del format del campionato di B 2020/21. Nell’assemblea del massimo organo federale si attende l’approvazione della richiesta avanzata dal Consiglio Direttivo Lnp di modificare la formula della stagione. Tutto lascia pensare che si vada verso una rivoluzione dei gironi componendone otto da otto squadre ciascuno, nell’ottica di un programma di contenimento dei costi. In secondo luogo, si ipotizza entro venerdì, verranno diramati i nuovi calendari, poiché i 64 club hanno già comunicato ad Lnp e Settore Agonistico Fip le date di disponibilità dei palasport. Il campionato è pronto a scattare nel weekend 28-29 novembre e la prima fase, di 14 partite, si esaurirà il 7 marzo. La volontà manifestata dalla Lnp è di conservare i raggruppamenti originali e applicare ad ognuno una divisione in due sottogruppi. Se passerà, come probabile, questa linea, fra le marchigiane sarà la Goldengas Senigallia ad emigrare nel gironcino del nord-est insieme alle venete Mestre, Guerriero Padova, Virtus Padova, San Vendemiano, Vicenza e alle friulane Cividale e Monfalcone. Sul piano logistico, si tratterebbe di una tegola pesante sul club biancorosso, che affronterebbe tutte queste squadre in gare di andata e ritorno per poi incrociarsi con le altre corregionali, in partite di sola andata, nella seconda fase al via il 14 marzo fino al 9 maggio. Ancona, Civitanova, Fabriano, Jesi e Montegranaro rimarrebbero insieme alle abruzzesi Giulianova, Roseto e Teramo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA