Ruibal-Mastronunzio-Iachetta
La Coppa Italia è dell'Anconitana

Domenica 14 Aprile 2019
MACERATA - E' il giorno della Coppa Italia, il giorno della finalissima. Chio la spunterà tra Maceratese e Anconitana?  

Nocera punta sull’assetto che gli ha permesso di piazzare l’allungo decisivo in campionato e sembra intenzionato a riproporre lo stesso undici di Recanati dopo il turn over con il Gabicce Gradara. Nel tridente Mastronunzio sarà affiancato dagli argentini Ruibal e Zaldua che hanno avuto un ruolo determinante nella qualificazione alla finale. In regia agirà Marengo, con Pucci e Visciano interni di centrocampo mentre Moriconi dall'altra parte partirà con il 4-3-3 con Mongiello, Suwareh e Ridolfi in avanti e Campana a dirigere le operazioni nella mediana. 

MACERATESE - ANCONITANA  2-3

MACERATESE (4-3-3): Tomba; Bigoni, Falco, Capparuccia, Brugiapaglia; Girotti, Campana, A. Moriconi; Mongiello, Suwareh, Ridolfi. All. F. Moriconi.
ANCONITANA (4-3-3): Lori; Tomassini, Mercurio, Trombetta, Zagaglia; Pucci, Marengo, Visciano; Ruibal, Mastronunzio, Zaldua. All. Nocera.
ARBITRO: Ercoli di Fermo.


Avvio di partita tutto dell'Anconitana che dopo aver vinto il campioonato vuole il bis anche in Coppa Italia. Mille spettatori all'Helvia Recina, 400 quelli provenienti da Ancona con doppia esultanza al 15' e al 24' per i gol di Ruibal e Mastronunzio per una squadra - quella di Nocera - che domina la sfida. Ci prova la squadra di Moriconi a reagire ma l'Anconitana è solida e concede poco, anzi più di una volta Zaldua e c. vanno vicini al tris. Nella ripresa però la situazione cambia, la Maceratese è più convinta e al 13' accorcia le distanza grazie ad Andreucci poi al 19' la Maceratese segna anche il gol del pareggio ma l'arbitro annulla per un evidente off-side.

Partita interessante, giocate di buona qualità da una parte e dall'altra, la Maceratese tenta il tutto per tutto ma senza riuscirci e anzi concedendo spazi all'Anconitana che all'84' con Iachetta firma il gol della sicurezza. E i supporters dorici festeggiano in anticipo anche se al 94' arriva il gol del 2-3 che non cambia niente perchè un attimo dopo arriva il fischio finale che dà inizio alla festa dorica. Ultimo aggiornamento: 20:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA