La Fermana a Viterbo si gioca la salvezza. Baldassarri: «Dimentichiamo l’andata, sarà una battaglia»

Venerdì 13 Maggio 2022
Gabriele Baldassarri, 60 anni, tecnico della Fermana

FERMO Il traguardo è a un passo e bisogna tagliarlo prima della Viterbese per mantenere la Serie C. Sabato cruciale per la Fermana, in campo alle 17.30 per la sfida di ritorno del playout: ai canarini basterebbe un pareggio per festeggiare. Sarà comunque durissima al Rocchi di Viterbo e l’1-0 maturato all’andata non può far dormire sonni tranquilli.

 

Ma la Fermana, che bene ha invece riposato in ritiro da giovedì, ne è perfettamente cosciente. Sarà fondamentale non andar sotto, per aver dalla propria il supporto dei numeri. E se capitasse? Mai fasciarsi la testa. Guardandola in un’altra ottica, si scopre che la Viterbese in casa è incapace di gestire il vantaggio: guardare per credere le rimonte, alcune delle quali clamorose, subite con Ancona, Entella, Pescara, Teramo e Pistoiese. Insomma, questa è una gara da tripla. Che va giocata e non sopportata.

Mister Baldassarri lo sa e ha la ricetta. «La posta in palio è alta, ci sarà grande tensione, dimentichiamo l’andata e ripartiamo da zero – ha detto -. Le nostri armi? Attenzione, concentrazione, applicazione. Abbiamo fiducia nei nostri mezzi e la consapevolezza che sarà una battaglia». Al suo fianco la Fermana avrà un nutrito numero di tifosi, pronti a far scudo e a spingere i loro beniamini all’impresa. «Il nostro popolo è stato fantastico anche nei momenti difficili, il colpo d’occhio dell’andata è stato incredibile, spettacolare. Le tribune ci daranno la carica giusta, noi in campo daremo tutto per loro».


© RIPRODUZIONE RISERVATA