Eriksen perde i sensi in campo: lungo massaggio cardiaco, poi apre gli occhi. «È sveglio, ha parlato con i compagni»

Sabato 12 Giugno 2021
Eriksen perde i sensi in campo: massaggio cardiaco, poi apre gli occhi. «È cosciente»

Grande paura a Copenaghen. Christian Eriksen è svenuto in campo al 43' minuto di Danimarca-Finlandia. Il fantasista dell'Inter, colto da un malore, è apparso subito in gravi condizioni, tanto da rendere necessario l'intervento dei sanitari con un massaggio cardiaco durato circa 10 minuti. In campo i calciatori hanno immediatamente intuito la gravità dellla situazione. Sugli spalti forte appresione, la moglie di Eriksen è scesa in campo in lacrime. Le squadre sono rientrate negli spogliatoi mentre il giocatore è stato portato via in barella, coperto dai compagni e un telo. La gara è stata sospesa. Eriksen è stato portato in ospedale a Copenaghen, sede della partita della Danimarca con la Finlandia. In una foto scattata dai fotografi a bordo campo è possibile vedere il centrocampista con gli occhi aperti: un'immagine che ha immediatamente confortato il mondo del calcio e non solo, dopo lunghissimi minuti di apprensione per le condizioni di salute del trequartista danese.

Eriksen, la moglie Sabrina in lacrime dopo il malore del marito: l'abbraccio di Kjaer e Schmeichel

Peter Moller, il direttore tecnico della Danimarca, ha detto alla tv pubblica danese che Christian Eriksen ha parlato coi compagni dal suo letto d'ospedale rassicurandoli sulle sue condizioni.

 

Eriksen è sveglio e in grado di parlare

Christian Eriksen è sveglio ed è per ulteriori esami al Rigshospitalet. «Il giocatore è stato trasferito in ospedale ed è stato stabilizzato», afferma la Uefa sul proprio canale Twitter. Eriksen «è in grado di parlare»: è la buona notizia sullo stato di salute del centrocampista danese, accasciatosi al suolo nel finale di primo tempo di Danimarca-Finlandia e soccorso con un massaggio cardiaco, dell'agente del calciatore.

Dramma Eriksen, l'Uefa sospende Danimarca-Finlandia per emergenza medica

 

La partita riprenderà alle 20.30 su richiesta dei giocatori

«A seguito della richiesta fatta dai giocatori di entrambe le squadre, la Uefa ha accettato di riprendere la partita tra Danimarca e Finlandia stasera alle 20:30. Si giocheranno gli ultimi quattro minuti del primo tempo, poi ci sarà un intervallo di 5 minuti seguito dal secondo tempo». Lo comunica la Uefa attraverso i propri canali social.

Danimarca e Finlandia sono tornate in campo dove alle 20.30 riprende la sfida di Euro 2020 sospesa sul finire del primo tempo per il malore a Christian Eriksen. I giocatori della Finlandia e il pubblico hanno accompagnato l'ingresso in campo della nazionale danese con un lungo applauso. Eriksen è ora ricoverato al Rigshospitalet di Copenaghen. È sveglio e stabile e sarà sottoposto a accertamenti nelle prossime ore.

Annullata conferenza stampa dell'Inghilterra

Nell'attesa di aggiornamenti sulle condizioni di salute di Christian Eriksen, che al momento è sveglio e cosciente dopo il malore in Danimarca-Finlandia, non si terrà la conferenza stampa dell'Inghilterra prevista per questa sera. La FA ha chiesto e ottenuto dall'Uefa la possibilità di evitare l'incontro con i giornalisti alla vigilia della partita d'esordio contro la Croazia. 

Maxischermo allo stadio a Copenaghen

«Christian Eriksen è stabile e sveglio». È il messaggio apparso sui tabelloni del Parken Stadium di Copenaghen rivolto ai tifosi presenti nell'impianto per assistere al match degli Europei tra Danimarca e Finlandia, sfida sospesa sul finale di primo tempo per il malore del centrocampista danese.

Ceferin: «Auguro a Christian una pronta guarigione»

«Momenti come questo mettono tutto nella vita in prospettiva. Auguro a Christian una pronta e completa guarigione e prego che la sua famiglia abbia forza e fede». Sono le parole del presidente dell'Uefa, Aleksander Ceferin, dopo il malore nel finale di primo tempo di Danimarca-Finlandia del centrocampista danese Eriksen. «In questi momenti, l'unità della famiglia del calcio è così forte e lui e la sua famiglia portano con sé gli auguri e le preghiere di tutti. Ho sentito i tifosi di entrambe le squadre che cantavano il suo nome. Il calcio è bello e Christian lo gioca magnificamente», conclude Ceferin.

Ultimo aggiornamento: 13 Giugno, 08:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA