Eriksen, il malore resta un mistero. Il medico Boesen: “Era praticamente morto”

Domenica 13 Giugno 2021
Eriksen, il malore resta un mistero. Il medico Boesen: “Era praticamente morto”

Una conferenza stampa dalla Danimarca, il giorno dopo che Eriksen ha rischiato di morire in campo per un arresto cardiaco. La ricerca della verità, che ancora non c'è. Parlano l'allenatore della nazionale Kasper Hjulmand, il direttore sportivo Peter Møller e Morten Boesen responsabile dello staff medico. Il medico sociale della Danimarca ha dichiarato infatti: "Christian è di buon umore e tutti i test al momento sembrano a posto. È attento e risponde in modo chiaro e pertinente. Il suo cuore batte di nuovo". Il dirigente ha sottolineato come tutti i calciatori della Danimarca abbiano già avuto un incontro video con il giocatore che ha tranquillizzato tutti. E' complicato stabilire a cosa fosse dovuto il suo malore. Boesen ha infatti sottolineato che saranno necessari altri esami: "Non c'è ancora una spiegazione sul perché Christian è crollato. Per questo è ancora in ospedale, per capire quello che è successo. Se siamo stati vicini a perderlo? «Christian se n'era andato, praticamente era morto... Era in arresto cardiaco. Non so come abbiamo fatto a rimetterlo al mondo, è successo tutto in maniera così veloce. Io non sono un cardiologo, non posso scendere nei dettagli, per quello ci sono gli specialisti, esperti della materia»". 

«Ci sono stati quattro psicologi nell'hotel con la squadra per tutta la notte. Abbiamo fatto dei gruppi di aiuto, tutti hanno potuto esprimere i propri sentimenti. Questa mattina questi professionisti sono tornati in albergo, i giocatori hanno potuto beneficiare di un aiuto medico: apprezziamo molto l'aiuto arrivato da fuori». Il medico della Nazionale danese, Morten Boesen, racconta così lo shock subito dalla squadra dopo il grave malore che ha colpito Christian Eriksen in occasione della sfida per gli Europei Danimarca-Finlandia.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA