Non basta il solito Gentile super
EA7 Milano sconfitta dall'Efes

Non basta il solito Gentile super EA7 Milano sconfitta dall'Efes
2 Minuti di Lettura
Giovedì 22 Ottobre 2015, 21:57 - Ultimo aggiornamento: 22:13
ISTANBUL - Sul più bello l'Olimpia si sgonfia. Non sfata il tabù del Bosforo l'EA7 Milano. Nella seconda giornata di Eurolega, la squadra di coach Repesa viene sconfitta per la terza volta consecutiva (e per la 15/a su 19 confronti totali) dall'Anadolu Efes Istanbul, diventata nel tempo vera e propria bestia nera per Milano (89-73 il finale).



I turchi sono in serata di grazia dalla lunga distanza (chiudono con 13/24 da tre, addirittura 8/10 a fine primo tempo) e costruiscono il parziale decisivo all'inizio a cavallo tra il crepuscolo del terzo e l'alba del quarto periodo, quando riescono a limitare la vena di Alessandro Gentile (top scorer con 22 punti). Il capitano di Milano infatti trova solo in Macvan (18 punti) una valida spalla in attacco, prima che la difesa dell'Efes stritoli le speranze dell'EA7 che chiude l'ultimo quarto con appena 10 punti realizzati.



Troppo pochi per poter pensare di vincere all'Abdi Ipekci contro una squadra che è seria candidata a raggiungere le Final Four a maggio. Milano, prima della sbandata finale che porta ad un risultato oltremodo pesante per quanto visto in campo, regge l'onda d'urto di una corazzata: nel primo tempo ha il merito di saper reagire al parziale turco e di giocarsela alla pari, mettendo in difficoltà gli avversari soprattutto a rimbalzo.



L'altro lato della medaglia, quello su cui dovrà lavorare Repesa, è lo stesso mostrato all'esordio con Vitoria: appena cala la concentrazione e la squadra smette di muovere la palla, Milano subisce strappi difficili da ricucire. Con gli spagnoli l'EA7 era riuscita a salvarsi grazie al grande vantaggio creato a metà gara, a Istanbul invece è stato fatale.
© RIPRODUZIONE RISERVATA