Coronavirus, si ferma anche l'UEFA: rinviate le partite di Champions e di Europa League

Venerdì 13 Marzo 2020 di Domenico Zurlo
Coronavirus, si ferma anche l'UEFA: rinviate le partite di Champions e di Europa League
Anche l'UEFA affronta l'emergenza coronavirus, dopo le ultime assurde scene venute questa settimana da Liverpool e da Parigi: la massima istituzione calcistica europea ha infatti deciso di rinviare le rimanenti partite di Champions League, Europa League e Youth League dopo che la pandemia ha portato i governi di diversi Paesi a misure estreme, compresa l'Italia, attualmente seconda nazione al mondo con più contagi dietro la Cina.


Nel rinvio sono comprese sia i match di ritorno del Napoli a Barcellona e della Juventus in casa col Lione (Champions League), sia le gare già precedentemente rinviate di Inter e Roma contro Getafe e Siviglia, valide per gli ottavi di Europa League. Mercoledì aveva fatto pensare l'impresa dell'Atletico Madrid a Liverpool in un Anfield Road strapieno, mentre il PSG aveva battuto in casa il Borussia Dortmund a porte chiuse ma con migliaia di tifosi all'esterno dello stadio. Una sottovalutazione della situazione che continua a far riflettere.
Leggi anche > Coronavirus, Dybala positivo? La Juve smentisce: «Una fake news»


LA NOTA DELL'UEFA «Alla luce degli sviluppi dovuti alla diffusione del COVID-19 in Europa e delle relative decisioni prese da diversi governi, tutte le partite delle competizioni UEFA per club in programma la prossima settimana vengono posticipate», ha comunicato l'UEFA. «Ciò include le rimanenti partite di UEFA Champions League, ottavi di ritorno, in programma il 17 e 18 marzo 2020; tutte le partite di UEFA Europa League, ottavi di andata, in programma il 19 marzo 2020; tutte le partite della UEFA Youth League, quarti di finale in programma il 17 e 18 marzo 2020».
«Ulteriori decisioni su quando si svolgono queste partite saranno comunicate a tempo debito. A seguito dei rinvii, anche i sorteggi dei quarti di finale di UEFA Champions League e UEFA Europa League previsti per il 20 marzo sono stati rinviati», si legge ancora nella nota. «L'UEFA ha invitato ieri rappresentanti delle sue 55 federazioni associate, insieme ai consigli di amministrazione dell'European Club Association e delle Leghe europee e un rappresentante della FIFPro, a una riunione di videoconferenza martedì 17 marzo per discutere della risposta del calcio europeo». Ultimo aggiornamento: 11:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento