Coronavirus, gravissimo Rustu, ex portiere del Barcellona. Rabbia social: «Ha rifiutato la quarantena»

Martedì 31 Marzo 2020
Coronavirus, gravissimo Rustu, ex portiere del Barcellona. Rabbia social: «Ha rifiutato la quarantena»

ISTANBUL - Da miglior portiere al mondo, al ricovero in gravi condizioni per coronavirus: sono preoccupanti le condizioni di salute di Rustu Recber, ex portiere di Barcellona e Galatasaray e della nazionale turca, nominato migliore al mondo nel suo ruolo nel 2003. Rustu, positivo al Covid-19, è ricoverato in Turchia da giorni, dopo l'annuncio del suo contagio.

LEGGI ANCHE:

Coronavirus, salgono i tamponi effettuati (745) e scendono i positivi: 141 contagiati nelle Marche, ora sono 3.825/ I dati italiani tempo reale

È stata la moglie, al ritorno da un viaggio negli Stati Uniti, a dare la notizia della sua positività: secondo i media locali, ripresi dal quotidiano spagnolo Marca, l'ex portiere del Barça, 46 anni, è in condizioni critiche. Rustu era stato criticato con grandi proteste sui social dopo che al ritorno dagli Usa non si era messo in quarantena: ma ora le proteste hanno lasciato spazio alla preoccupazione, con milioni di turchi col fiato sospeso per l'evoluzione delle sue condizioni cliniche.

Ultimo aggiornamento: 13:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA