Consultinvest, che prova di forza
Piega Reggio Emilia e ora respira

I giocatori della Vuelle salutano i tifosi a fine partita
I giocatori della Vuelle salutano i tifosi a fine partita
3 Minuti di Lettura
Domenica 14 Febbraio 2016, 14:17 - Ultimo aggiornamento: 17:31

PESARO - Non pesano tanto, ma di più. Fondamentale la vittoria della Consultinvest nell'anticipo di mezzogiorno contro la Grissin Bon Reggio Emilia in ottica salvezza. Serviva una prova di forza e i ragazzi di Paolini hanno risposto alla grande mandando al tappeto la formazione di Menetti con l'equilibrio dell'avvio che si è poi spezzato con la Vuelle capace di gestire il vantaggio e di respingere qualsiasi tentativo di rimonta di Polonara e compagni.

  Davide batte Golia, l'ultima batte la capolista. Nell'anticipo di mezzogiorno una Grissin Bon troppo rabberciata per esser vera, cause le assenze di Lavrinovic, Aradori, Gentile deve arrendersi alla determinazione di una Consultinvest che gioca una delle sue migliori partite: finisce 90-80. Pesaro costruisce la sua dote nel terzo quarto quando porta il suo vantaggio al massimo al 27' con n tiro dal perimetro di Lacey (70-53), ma per metà gara i marchigiani grazie a un Lydeka positivo sotto i tabelloni (10 punti e 6 rimbalzi) tengono testa, nonostante qualche amnesia difensiva, agli emiliani che con Polonara (19 punti e 6 rimbalzi) e Silins provano ad avvicinarsi (37-33 al 16').

 



Il terzo fallo di Silins, fino a quel momento il più pericoloso, costringe Menetti a risparmiarlo così Pesaro può tornare a volare (50-40 al 19'). Christon spinge ancora avanti Pesaro che non si fa irretire dalla zona di Reggio Emilia mentre dall'altra parte la stanchezza inizia a farsi sentire, sporcando le percentuali al tiro (alla fine 47% di Reggio contro il 53% di Pesaro). Silins e Kaukenas nell'ultimo quarto restano le uniche bocche da fuoco della Grissin Bon, troppo poco (77-63), perchè Pesaro, nonostante l'uscita per infortunio di Christon al 34' conserva il margine di sicurezza grazie agli 8 punti nei 4' finali di un sorprendete Sheperd che si ritaglia il suo momento di gloria.

IL TABELLINO

 Pesaro: Shepherd 15, Gazzotti, Lacey 20, Christon 14, Daye 21, Candussi, Ceron 6, Lydeka 14. N.e. Basile, Solazzi, Rosa, Serpilli. All. Paolini.

Reggio Emilia: Polonara 19, Della Valle 4, De Nicolao 14, Strautins 2, Kaukenas 8, Silins 22, Golubovic 11. N.e. Bonacini, Degli Esposti, Lever. All. Menetti.

Arbitri: Lamonica, Filippini, Perciavalle.
Note. Tiri da due punti: Pesaro 26/42, Reggio Emilia 19/33; tiri da tre punti: Pesaro 7/20, Reggio Emilia 9/27; tiri liberi: Pesaro 17/23, Reggio Emilia 15/19; rimbalzi: Pesaro 33, Reggio Emilia 30.
Uscito per 5 falli: Kaukenas al 36'20« Spettatori 4.837, incasso 36.228 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA