Chiodini para un rigore al 93'
come 11 anni fa al San Paolo

Mauro Chiodini, 36 anni, in B con la Fermana e oggi tra i pali della Sangiustese
Mauro Chiodini, 36 anni, in B con la Fermana e oggi tra i pali della Sangiustese
1 Minuto di Lettura
Lunedì 10 Ottobre 2016, 18:57
ANCONA - Un rigore parato al 93’ che vale i tre punti per la sua Sangiustese. Mauro Chiodini, 36 anni, ultimo baluardo conosciuto dei portieri over, fa ancora il fenomeno. L’ex numero 1 della Fermana dei tempi belli domenica, con i suoi prodigiosi guantoni, ha deciso in extremis il match contro l’Atletico Gallo Colbordolo, sesta giornata di Eccellenza. I calzaturieri erano in vantaggio per 1-0 sui pesaresi e lui proprio nel recupero ha parato il tiro dagli undici metri di Bartolini. L’ennesima prodezza di un angelo dei pali, una parata decisiva tanto quanto quel rigore parato il 16 gennaio del 2005 a Calaiò del Napoli, di fronte a 40 mila spettatori al San Paolo, quando difendeva la porta della Fermana in Serie B.

«Devi essere fortunato a intuire l’angolo - diceva tempo fa il portiere di Civitanova - Questi sono episodi che mettono in evidenza il portiere, siamo ormai pochi quelli over e dobbiamo dare qualcosa in più». Allora ricordava ancora quel rigore parato a Calaiò. «E’ stato bello, anche perché ero al San Paolo. Stadio pieno e rigore decisivo. Finì 1-1 dopo che all’andata battemmo il Napoli per 2-0. Eravamo in C1, c’era Cari come allenatore. Quell’anno ci siamo salvati compiendo tante imprese. Vincemmo anche a Foggia e a Messina».
© RIPRODUZIONE RISERVATA