Pulcinelli chiama Pippo Inzaghi per la panchina dell'Ascoli. Ma sul mister c'è già il pressing del Cagliari. Chi la spunterà?

Pippo Inzaghi
Pippo Inzaghi
di Anna Rita Marini
3 Minuti di Lettura
Venerdì 3 Giugno 2022, 12:07

ASCOLI - È Pippo Inzaghi il primo obiettivo di Pulcinelli per la sostituzione di Sottil. Nei giorni scorsi avevamo descritto l'identikit del nuovo allenatore bianconero, un allenatore di esperienza, che conosca la categoria e sia in grado di applicare il 4-3-1-2 che tanta fortuna ha portato a Sottil e all'Ascoli. Quell'identikit corrisponde a Pippo Inzaghi, che è nel mirino di Pulcinelli. Non sarà però affatto facile portare l'ex bomber in bianconero perché sul tecnico c'è anche il Cagliari che appare in vantaggio. La proposta del club sardo è allettante ma anche quella dell'Ascoli non scherza. Intanto, dopo un lungo contenzioso, l'altro ieri Inzaghi ha risolto la vertenza con Cellino e ora può lasciare il Brescia e accasarsi altrove.


La piazza
Nel contatto avuto, Inzaghi avrebbe detto di apprezzare molto la piazza ascolana e probabilmente se non ci fosse stato il Cagliari la trattativa sarebbe stata veloce, ma Pulcinelli spera di poter comunque convincere Pippo. Tutti i nomi di tecnici circolati finora erano solo cortine fumogene perchè Inzaghi è la prima scelta del patron. Solo se non si riuscirà a portare avanti la trattativa con l'ex Brescia allora si ripiegherà su un altro allenatore: Zauri, Iachini o Liverani. Le prossime ore saranno dunque decisive sia per il passaggio di Sottil all'Udinese che per quello di Inzaghi al Cagliari o all'Ascoli. In casa bianconera ovviamente si incrociano le dita. La scelta del patron dimostra che dopo avere sfiorato il traguardo della promozione in serie A anche per la prossima stagione punterà in alto. Certo è che l'ingaggio del tecnico non è basso ma la proprietà è disposta a fare un ulteriore sacrificio economico pur di portare in bianconero un allenatore che ha già vinto in serie B, con una carriera sia da giocatore che da tecnico di tutto rispetto. Inoltre non si tratterebbe di un ritorno, ma di una novità assoluta per l'Ascoli che regalerebbe ulteriore entusiasmo alla tifoseria. Pulcinelli vuole vincere, sa che il prossimo sarà un campionato ancora più difficile di quello appena concluso e per questo vuole un allenatore che gli garantisca esperienza e spessore tecnico. Il club bianconero resta in attesa di sapere cosa deciderà Inzaghi. Se accetterà il trasferimento ad Ascoli troverebbe un ambiente pronto ad accoglierlo a braccia aperte e una proprietà che vuole vincere. Ma anche il Cagliari punta a risalire dopo la cocente retrocessione ed è in vantaggio.


La carriera
Filippo (Pippo) Inzaghi ha 48 anni. Ha allenato il Milan, il Benevento, il Bologna, il Venezia e il Brescia, un curriculum vincente e di tutto rispetto. Ascoli sogna un allenatore che possa infiammate nuovamente la piazza dopo Sottil. Ascoli e Cagliari dunque si contendono Filippo Inzaghi: chi vincerà? La speranza è che a vincere sia il club del patron Pulcinelli ma se così non sarà allora la società cercherà di trovare un' altra soluzione all'altezza. Certo dopo l'ipotesi Inzaghi tutto diventa più difficile. La cosa certa è che il club farà del tutto per accaparrarsi l'allenatore migliore sulla piazza.


Capitolo Sottil
Intanto probabilmente oggi Sottil firmerà per l'Udinese dopo avere risolto la grana dello staff tecnico. L'accordo tra i due club è vicino e fra le due società è stata stipulata una collaborazione in fase di mercato.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA