Prorogati fino al 26 febbraio i termini di tesseramento: ecco perché l'Eccellenza può slittare ancora

Domenica 29 Novembre 2020
Un'occasione da rete durante una partita dei dilettanti

ANCONA - La Figc, su istanza della Lega Nazionale Dilettanti, con il Comunicato Ufficiale N. 121/A integralemte riportato dalla stessa Lnd su proprio Comunicato Ufficiale N. 147, ha deliberato il differimento dei termini di tesseramento per la stagione 2020-2021. I termini saranno aperti da martedì 1° dicembre 2020 a venerdì 26 febbraio 2021 invece del 30 dicembre come fu deciso ad agosto. Tali termini, inizialmente stabiliti nell’allegato A del Comunicato Ufficiale N.229 del 23 giugno 2020 (e successivamente integrati nel Comunicato Ufficiale N.36 del 5 agosto 2020), sono stati modificati in ragione dalle mutate esigenze di programmazione dei Campionati dilettantistici, conseguenti alla sospensione temporanea dei medesimi Campionati prevista dalle disposizioni governative in materia di misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid 19.

A questo punto si potrebbe anche ipotizzare di posticipare ulteriormente la ripartenza dei campionati regionali che da noi è prevista, sempre se ci si riuscirà, per il 10 gennaio con l’Eccellenza e il 13 con due recuperi. Qualche dubbio rimane anche per la Serie D che ha fissato il ritorno in campo per domenica 6 dicembre, ma per farlo occorrere il nuovo protocollo sanitario che ancora non è stato pubblicato. Tornando all’ultimo comunicato della Lnd si evince tra l’altro che i calciatori giovani tesserati con vincolo annuale entro il 30 novembre possono essere inclusi in lista di svincolo da martedì 1° dicembre a giovedì 7 gennaio 2021. I calciatori svincolati potranno poi essere tesserati da venerdì 8 gennaio 2021. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA