L'Ancona è partita per Bolzano
Domani Marinelli sarà in tribuna

Moi in azione allo stadio Del Conero
Moi in azione allo stadio Del Conero
2 Minuti di Lettura
Venerdì 4 Novembre 2016, 19:01 - Ultimo aggiornamento: 5 Novembre, 17:34

ANCONA - Nella trasferta più lunga del campionato, in programma domani (ore 14.30, a Bolzano) contro il Sudtirol, l’Ancona inseguirà il primo exploit per allontanarsi con decisione dalla zona che scotta. Restano due dubbi da sciogliere a Brini che deciderà solo all’ultimo se rilanciare dal primo minuto i reduci da infortuni Moi e De Silvestro o se farli partire dalla panchina rinnovando la fiducia all’undici in grado di strappare un punto prezioso a Pordenone. In quest’ultima ipotesi Kostadinovic verrebbe confermato al centro della difesa, con Daffara riproposto a destra sulla linea dei trequartisti, completata dai soliti Bariti e Frediani.

Per il ruolo di punta centrale è aperto il ballottaggio tra Samb e Momentè, con l’ex Mantova che ha forti probabilità di partire dalla panchina per la prima volta dal suo arrivo ad Ancona. La necessità di scuotere un attacco a segno col contagocce potrebbe indurre Brini a puntare sulla fisicità del senegalese, unico biancorosso a segno nelle prime 5 trasferte, che ha fornito risposte positive nel corso della settimana. Non si prevedono sorprese nella zona centrale, dove Zampa e Agyei dovranno recuperare palloni e proveranno a garantire maggior qualità alla manovra. Oltre al fantasista Voltan, alle prese con uno stiramento, non è salito sul pullman per Bolzano il centrocampista Bambozzi, stoppato da una botta alla caviglia.    

Sull’altro versante, il Sudtirol è però consapevole di non potersi permettere errori e di dover riscattare l’opaca prestazione contro l’AlbinoLeffe che ha frenato la risalita avviata col convincente 3-1 sul Pordenone. In tribuna è annunciata la presenza dell’ex presidente biancorosso Andrea Marinelli, trasferitosi a Bolzano per lavoro da oltre un anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA