L'Ancona domenica con il Sudtirol
I biancorossi proveranno a reagire

L'Ancona contro il Pordenone
L'Ancona contro il Pordenone
1 Minuto di Lettura
Giovedì 23 Marzo 2017, 18:53

ANCONA - L’Ancona prepara il secondo appuntamento casalingo consecutivo, fissato per domenica alle ore 16.30, in un clima di profonda incertezza per le vicissitudini societarie che hanno generato la decisa presa di posizione del sindaco Mancinelli nel consiglio comunale di ieri. Serve a tutti i costi una vittoria per spezzare la serie nera (un punto in 9 giornate nel 2017) e per rilanciare le speranze di evitare l’ultimo posto in vista dei successivi scontri diretti con Lumezzane e Teramo.

Di fronte l’undici del nuovo tecnico De Patre troverà una formazione precipitata nella zona minata dopo 3 sconfitte consecutive e reduce anch’essa dal cambio in panchina con Alberto Colombo che ha preso il posto dell’esonerato William Viali, ex difensore dorico ai tempi della Serie A. Privi degli infortunati Vitiello, Kostadinovic e Samb ai quali si è aggiunto l’ultimo arrivato Cristofari, i biancorossi potrebbero di nuovo schierarsi col 4-2-3-1, anche se non è escluso il ritorno al 4-3-3 con l’utilizzo di Gelonese al posto di Voltan. In dubbio l’utilizzo di Barilaro, alle prese con un problema muscolare. Se l’ex Messina non dovesse recuperare, Di Dio e Daffara si contenderebbero un posto sulla fascia destra difensiva. Sull’altra corsia salgono le quotazioni di Forgacs, in ballottaggio con Nicolao. Dopo due settimane di chiusura totale, oggi pomeriggio la squadra dorica è tornata ad allenarsi a porte aperte.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA