L'Ancona vuole ripartire subito
Mercoledì c'è la sfida di Teramo

L'Ancona in azione in un a partita esterne
L'Ancona in azione in un a partita esterne
1 Minuto di Lettura
Lunedì 6 Febbraio 2017, 17:59 - Ultimo aggiornamento: 7 Febbraio, 19:41

ANCONA - L’Ancona gira pagina dopo l’amara sconfitta di Venezia, la quinta nelle ultime 6 giornate, concentrandosi sulla sfida di mercoledì (ore 14.30) a Teramo. In palio ci sarà la qualificazione alle semifinali di Coppa Italia Lega Pro, anche se l’obiettivo principale di Brini sarà quello di testare la condizione fisica di chi ha giocato meno e di proseguire il processo di inserimento dei nuovi acquisti, di cui proprio stamattina si è svolta la conferenza stampa di presentazione presso il ristorante Qualità e Amore dello sponsor e supertifoso Giuseppe Cingolani.
Al Bonolis giocherà tra i pali Anacoura, mentre in difesa non potrà essere schierato Cacioli, alle prese con una vecchia squalifica da scontare. In attacco appare improbabile l’utilizzo di Momentè, assente a Venezia per un problema alla mano.
Come l’Ancona non vive una situazione felice nemmeno il Teramo, il cui allenatore Lamberto Zauli, tornato dopo il breve interregno di Federico Nofri Onofri, è stato messo di nuovo in discussione. Oggi i giocatori abruzzesi hanno chiesto un incontro al presidente Campitelli assumendosi tutte le responsabilità per i risultati negativi e chiedendo di proseguire con l’attuale tecnico. La presa di posizione ha convinto la società abruzzese a non operare altre rivoluzioni dopo quella effettuata nel mercato di riparazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA