I dilettanti ci ripensano, la Coppa Italia di Eccellenza forse si farà

Giovedì 19 Novembre 2020

ANCONA La fase regionale della Coppa Italia di Eccellenza potrebbe essere disputata.  Dall’ultimo consiglio della Lnd, in cui  è stata annullata la fase nazionale, che garantiva alla squadra campione un posto in Serie D, è arrivata un'ipotesi che sarà discussa in dicembre. I vertici nazionali avrebbero consigliato ai singoli comitati di salvaguardare la fase regionale di Coppa Italia inserendo tutte le vincitrici in una graduatoria nazionale che, attraverso parametri tecnici oggettivi promuoverebbe un squadra in serie D. Il procedimento, analogo a quello pensato per le “seconde” classificate in assenza degli spareggi nazionali, presenterebbe però delle criticità. Eccole: le tempistiche ristrette, alla luce soprattutto dei numeri della pandemia che non consentono previsioni ottimistiche di ripresa, e agli organici dei campionati, con alcune regioni che avrebbero difficoltà a prevedere una competizione che in molti casi annovera più di 30 squadre. Il ministro dello sport  Spadafora,  ha rilasciato durante la trasmissione “Porta a Porta” delle dichiarazioni importanti: «Non ci sono le condizioni per  ripartirfe a dicembre - ha detto -, quindi andiamo verso  una proroga delle chiusure». Le parole fanno tremare in particolare la Serie D che per ora è stata salvatA dal Dpcm che l’ha considerata competizione d’interesse nazionale.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA