L'Ancona verso la Terza Categoria
Domani Marconi scioglie le riserve

L'Ancona al Del Conero
L'Ancona al Del Conero
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 23 Agosto 2017, 21:43 - Ultimo aggiornamento: 21:51

ANCONA L'Ancona molto probabilmente ripartirà dalla Terza categoria. Nell'incontro delle ore 16,30 in Comune il Sindaco Mancinelli e l’assessore  Guidotti da una parte, dall’altra l’imprenditore Stefano Marconi e l’avvocato Robert Egidi annunceranno, fatti salvi altri colpi di scena, questa decisione. 
Marconi avrebbe infatti raccolto l’urlo disperato ma tardivo dell’amministrazione che ha invitato l’industriale a tornare sui suoi passi. Una chiamata raccolta tra mille dubbi con Marconi che avrebbe ripetuto  ai suoi interlocutori (Mancinelli e Guidotti) di essere disposto a prendersi l’oneroso impegno soltanto dal prossimo anno con la possibilità di programmare. In questo senso il Comune, però, ha pregato di insistere e di evitare in ogni modo l’anno sabbatico. E così, se il prossimo anno ci sarà un undici da seguire potrà essere soltanto in un torneo di bassissimo livello. 
In ogni caso Marconi ed i suoi collaboratori non si danno per vinti e sperano di ottenere qualcosa in più. Le telefonate a dirigenti, allenatori e giocatori si sono sprecate. Un summit durato circa una decina di ore (nel pomeriggio ha seguito la vicenda anche Guidotti) nel corso del quale i sentimenti sono entrati in conflitto. 

Salvo clamorosi sviluppi dell’ultima ora, se il progetto partisse ufficialmente i timonieri della nuova avventura saranno Marco Lelli e Sebastiano Vecchiola. I due, pur con qualche dubbio, hanno dato l’ok. Secondo la proprietà, Lelli sarebbe la figura migliore cui affidare la panchina. Il meno convinto è Vecchiola: il pubblico lo ricorda da giocatore tecnico e sgusciante, da qualche anno fa il direttore sportivo e recentemente è stato a Castelfidardo. L’Ancona forse ripartirà da loro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA