Joao Pedro e Nandez trascinano il Cagliari. Samp ko 2-0

Sabato 7 Novembre 2020 di Francesco Caruso

Vittoria e "vendetta", il Cagliari di Eusebio Di Francesco supera per due a zero la Sampdoria e aggancia i genovesi al nono posto. Di Joao Pedro su rigore al 48' e di Nandez al 68' le reti che hanno deciso il match. Sampdoria in 10 dal 40' del primo tempo.


Gara da ex per i due allenatori, storie e incroci diversi alla Sardegna Arena nelle due panchine. Ranieri, amatissimo dal pubblico sardo, a fine anni '80 portò i rossoblù dalla C alla A in tre anni, è arrivato a Cagliari con l'intenzione di sfatare il tabù: da 13 anni la Sampdoria non vince in Sardegna. Di Francesco, che non ha vissuto un periodo indimenticabile dalle parti di Marassi, cercava continuità e un piccolo riscatto personale: proprio la settima giornata della scorsa stagione si interruppe il rapporto con i blucerchiati. "Mi odierà" ha dichiarato in maniera scherzosa Ranieri alla vigilia della partita: l'allenatore romano ha sostituito due volte Di Francesco, prima alla guida della Roma il 7 marzo del 2019 poi, il 7 ottobre sempre dello scorso anno sulla panchina della Sampdoria. Per l'allenatore abruzzese il numero 7 non è di certo quello fortunato.


Una novità per parte nelle formazioni iniziali, con il franco-algerino Adam Ounas al debutto da titolare tra i sardi e lo spostamento di Nandez davanti alla difesa in mediana in compagnia del rumeno Razvan Marin. Nella Sampdoria Antonio Candreva ha preso inizialmente il posto del promettentissimo danese Mikkel Damsgaard. Partita chiusa nei primi quarantacinque minuti, con una sola vera occasione targata Cagliari. Al 5' è stata la traversa a negare il gol al colpo di testa di Joao Pedro, alla ricerca del quinto gol consecutivo. Il secondo "sussulto" al 40' con Augello prima graziato da Ayroldi e poi punito dal var: espulsione per fallo da ultimo uomo su Nandez. Cagliari più propositivo degli avversari, ma le scelte di Eusebio Di Francesco non hanno inizialmente pagato tanto da costringere l'ex Roma a riposizionare Nandez sulla trequarti con Rog restituito al suo ruolo naturale, in mediana.
Squadra solida la Samp, in fiducia, reduce da tre vittorie e un pareggio, ma sfortunata. Al 48' il "sombrero" di Joao Pedro ha colto di sorpresa Tonelli, costretto a stendere il 10 dei sardi: rigore trasformato dal brasiliano al quinto gol di fila. L'ingresso di Andrea Sottil a inizio dei secondi 45 minuti al posto del rumeno Marin la mossa vincente per Eusebio Di Francesco, che grazie all'estro dell'ex viola ha "aperto" la solida difesa dei genovesi. La scelta di Ranieri invece, con Candreva arretrato come terzino, non è stata altrettanto positiva per i blucerchiati. Proprio un errore dell'ex Inter ha favorito al 68' la fuga di Nandez in occasione del gol del raddoppio dei sardi: tocco morbido su Audero in uscita, anche la "stella" del centrocampo rossoblù si è sbloccata in questo campionato. La partita ha raccontato poco altro: al 79' ancora Var protagonista con il gol del 3 a 0 annullato a Sottil per un fuorigioco di Ounas.
Il Cagliari aggancia Sampdoria e Lazio al nono posto con la terza vittoria in questo campionato. Continua il "tabù" Sardegna per i blucerchiati che interrompono così la striscia positiva di quattro partite.

 

Ultimo aggiornamento: 17:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA