Bufera sul Barcellona, l'ex presidente Bartomeu arrestato per lo scandalo Barçagate

Lunedì 1 Marzo 2021
Bufera sul Barcellona, arrestato l'ex presidente Bartomeu. Perquisizioni al Camp Nou

L'ex presidente del Barcellona Josep Maria Bartomeu è stato arrestato questo lunedì nell'ambito dell'operazione in corso negli uffici del Barca dai Mossos d'Esquadra. Le altre persone arrestate sono Óscar Grau, direttore esecutivo del club, e Román Gómez Pontí, responsabile dei servizi legali. Non sono esclusi ulteriori arresti. Lo riporta l'emittente spagnola Cadena Ser

 

Gli agenti stanno indagando sullo scandalo Barçagate scoperto da Ser Catalunya e per la quale il management di Bartomeu ha assunto una società che creava contenuti sulle reti e sul web in cui venivano diffamate persone critiche nei confronti della gestione del club. È stata effettuata anche l'assunzione, aggirando tutti i controlli legali e finanziari interni. Si stima che il club abbia pagato per questi servizi sei volte di più rispetto alle tariffe usuali per questo tipo di lavoro di creazione di contenuti. Le indagini si sono concentrate sugli uffici dei dipartimenti finanziari, legali e di conformità alla ricerca di documentazione che dimostri i reati di ingiusta amministrazione e corruzione tra individui.

 

I Mossos d'Esquadra sono arrivati presso gli uffici del FC Barcelona al Camp Nou dalla prima ora nella mattina di questo lunedì in occasione delle indagini del 13° tribunale di Barcellona da parte di Barçagate, un presunto reato di amministrazione ingiusta e corruzione tra individui in relazione alla questione dei social network. Lo scandalo è quello scoperto dal programma 'Què T'hi Jugues', di SER Catalunya, il 17 febbraio 2020. La SER ha rivelato che il consiglio di amministrazione di Barcellona aveva assunto la società I3 Ventures, società che si dedica a screditare le persone non legate alla direttiva di Josep Maria Bartomeu , tra i quali erano inclusi giocatori del club, come Gerard Piqué o Lionel Messi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA