Bertotto ha un'idea per cambiare l'Ascoli: prove di 3-5-2 con Kragl più avanzato

Mercoledì 18 Novembre 2020
Valerio Bertotto, allenatore dell'Ascoli ed ex difensore dell'Udinese

ASCOLI - Ascoli-Entella, prevista domenica prossima alle 15 al Del Duca, sarà il remake dei playout disputati due anni fa. Era il 31 maggio del 2018 e i bianconeri pareggiarono 0-0 centrando la salvezza grazie agli scontri diretti favorevoli durante il corso della stagione. Stavolta sarà un match fondamentale dare la giusta svolta a una stagione iniziata con molte difficoltà. Il tecnico Valerio Bertotto, che domenica dovrebbe tornare in panchina dopo essere risultato positivo al Covid, riavrà a disposizione tutti i giocatori rimasti fuori per il suo stesso motivo: questo grazie anche alla sosta del campionato che ha permesso al tecnico di recuperare tutti. È recuperato anche il greco Vellios, rimasto fuori per qualche settimana a causa di una forte lesione addominale dopo l’infortunio rimediato nella gara di Frosinone. La società ha deciso di blindare la squadra, quindi gli allenamenti sono top secret, ma pare che stavolta Bertotto si sia deciso a cambiare l’impostazione della squadra in campo. Il tecnico vuole provare la soluzione con la difesa a tre, spostando Kragl sulla linea esterna di centrocampo, libero di agire sul fronte avanzato, lui che possiede un bel tiro dalla distanza. Il recupero di Buchel permetterà inoltre a Saric di tornare nel suo ruolo quello di mediano offensivo. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA