Il Milan passa anche a Benevento con Kessiè e Leao, risponde all'Inter e resta primo

Domenica 3 Gennaio 2021

È un Milan che forse stupisce anche se stesso quello che vince a Benevento con un uomo in meno, compiendo il controsorpasso in vetta all’Inter, vittoriosa qualche ora prima a San Siro contro il Crotone. Nonostante l’inferiorità numerica per l’espulsione di Tonali (rosso dell’arbitro Pasqua che arriva dopo un consulto al Var) e le tre assenze pesanti (Theo Hernandez per squalifica e Ibrahimovic e Bennacer per infortunio), la squadra di Stefano Pioli va a vincere su un campo ostico come il Vigorito. E lo fa a modo suo. Giocando con grande aggressività, resistendo alle iniziative dei campani. Così sblocca il risultato su rigore con Kessie, resiste quando Insigne centra il palo e resta in 10 per il rosso a Tonali. Ma in un momento delicato, in avvio di ripresa, Rafael Leao si inventa un gol meraviglioso. Calhanoglu recupera palla, Rebic lancia il portoghese che da posizione defilata batte Montipò. Il Benevento non si spegne, anzi. Continua a farsi vedere nell’area di Donnarumma e conquista un rigore per fallo di Krunic su Caprari. Ed è lo stesso attaccante a presentarsi sul dischetto. Spiazza Donnarumma ma la conclusione termina sul fondo. Il Diavolo tira un sospiro di sollievo e prova a creare qualcosa centrando prima il palo con Calhanoglu, poi con Kessie. Finisce 2-0 per il Milan, che torna in vetta e ora aspetta la Juventus a San Siro. Ma applausi al Benevento che lotta fino alla fine.

LEGGI LA CRONACA

 

Ultimo aggiornamento: 21:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA